Il maltempo flagella il sud, anziana annega nel fango a Benevento

(AGI) - Napoli,  15 ott. - L'ondata di maltempo che si e'spostata al sud dopo aver fatto tre vittime tra Abruzzo e Lazioe' costato la vita a un'anziana alle porte di Benevento. Ladonna, 70 anni, e' morta a Pago Veiano travolta da acqua efango. Viveva da sola in localita' Iscalanoce e si e'spaventata vedendo le strade trasformate in torrenti: temendodi essere sorpresa nell'abitazione da uno smottamento e' uscitada casa nel cuore della notte e' e' dtasta travolta dalle acquee trascinata a valle. Il suo cadavere e' stato trovato stamanidai carabinieri. Temporali,

(AGI) - Napoli,  15 ott. - L'ondata di maltempo che si e'spostata al sud dopo aver fatto tre vittime tra Abruzzo e Lazioe' costato la vita a un'anziana alle porte di Benevento. Ladonna, 70 anni, e' morta a Pago Veiano travolta da acqua efango. Viveva da sola in localita' Iscalanoce e si e'spaventata vedendo le strade trasformate in torrenti: temendodi essere sorpresa nell'abitazione da uno smottamento e' uscitada casa nel cuore della notte e' e' dtasta travolta dalle acquee trascinata a valle. Il suo cadavere e' stato trovato stamanidai carabinieri. Temporali, pioggia battente e vento forte stannoflagellando la Campania dalle prime ore della notte. LaProtezione civile regionale aveva diramato nel pomeriggio unavviso di criticita' moderata fino alle 16 di oggi. Probleminel Casertano per un albero caduto lavoro e disagi nell'Aversano. Ad Avellino calcinacci caduti e diversi interventiper allagamenti. In tre comuni del Salernitano, tra cui Sarno,gia' colpiti da nubifragi due giorni fa, i sindaci hanno sceltodi chiudere le scuole. Il sistema fognario e' saltato in piu'zone, strade trasformate in fiumi, auto bloccate a Napoli eprovincia. Decine le telefonate giunte al centralino dei vigilidel fuoco per interventi, soprattutto per quanto riguarda gliallagamenti di negozi e cantine. Due famiglie, una decina dipersone, che si erano rifugiate sui tetti delle proprieabitazioni sono state recuperate con l'utilizzo di un mezzoanfibio dei vigii del fuoco. A Salerno particolarmente colpitoil comune di Castel San Giorgio, dove in via Cerreto un muro dicontenimento ha ceduto causando una perdita di gas metano dauna condotta di bassa pressione. L'autostrada A3 al km 47 traCava dei Tirreni e Vietri sul Mare e' parzialmente ostruita daun albero caduto sulla sede stradale in fase di rimozione acura delle squadre dei vigili del fuoco. I torrenti Reinello eCalore sono esondati causando numerosi allagamenti nelcapoluogo e nel comune di Duggenta. Particolarmente colpiti icomuni di Pesco Sannita, Ponte, Valle Telisana, Solopaca,Vitulano dove delle frane hanno reso necessaria l'evacuazionedi alcune abitazioni. Interventi anche in Puglia, nellaprovincia di Foggia, colpita stanotte dalla perturbazione.Interessato soprattutto il capoluogo il territorio del comunedi Troia. Risultano allagamenti diffusi sulle SS 90, SP 109 eSP 116. Vigili del fuoco ancora al lavoro anche a Roma,L'Aquila, Fosinone, Isernia e Pistoia. Nubifragi in Sicilia, frane e strade interrotte Nubifragi a Palermo e in provincia, ma anche nel Messinese enel Trapanese, dove, come in gran parte della Sicilia, e' statoprevisto un livello di allerta rosso. La perturbazione e'partita nella notte da Partinico, si e' spostata rapidamentenel capoluogo ed e' arrivata a Bagheria, creando molti disagi.Allagamenti, sottopassi invasi dall'acqua, automobilistiintrappolati nelle loro vetture e liberati con l'intervento deipompieri, in particolare in via Regione siciliana e in viaMessina Montagne. Numerosi alberi sono caduti sulle strade,sulle auto e sui cavi elettrici. Registrati crolli dicornicioni, tettoie pericolanti, frane nel palermitano,soprattutto a Monreale, e nelle province di Messina e Trapani.Strade in tilt, dalla statale 113 a molte provinciali. DaCatania a Messina, passando per Trapani e Agrigento: i sindacihanno disposto per oggi lo stop alle attivita' didattiche.Anche l'universita' del capoluogo etneo ha preso la stessadecisione. Cosi' grossi e piccoli centri, come Milazzo,Monreale, Acireale, Aci Castello e le isole Egadi. Tutte zonein gran parte investite da nubifragi, crolli e smottamenti. Lescuole sono rimaste aperte invece, nonostante il livello diallerta rosso, a Palermo: il Comune lo ha deciso dopo avereconsultato i tecnici, mentre sbarrato gli ingressi di tutte learee verdi comunali, per timore di cadute di alberi e rami. APalermo un muro e' crollato in via Cipressi: danneggiata unaporzione della struttura perimetrale dello storico cimitero deiCappuccini. E intonaco e calcinacci sono caduti nel reparto diOncologia del Policlinico. Le infiltrazioni d'acqua avrebberoinfatti compromesso la tenuta del controsoffitto finito inparte sui letti e sulle strumentazioni. Nessun ferito, poiche'nell'area non si trovava nessuno. (AGI) .