Gp Monza: Maroni e Sala,"patrimonio nazionale governo intervenga"

(AGI) - Milano, 2 lug. - "Il Gran premio di Monza e' patrimoniodell'Italia intera e non solo della Lombardia. Serve quantoprima una cabina di regia comune, che coinvolga il governonazionale, per assicurare un futuro al Gran premio d'Italiaanche dopo il 2015: Regione Lombardia ha sempre fatto lapropria parte e la fara' pure questa volta, ma auspichiamo cheanche il premier Matteo Renzi non si sottragga alle sueresponsabilita'". E' quanto dichiarano il presidente di RegioneLombardia Roberto Maroni e il sottosegretario regionale a Expo2015 e Internazionalizzazione delle imprese, Fabrizio Sala, aproposito dell'ipotesi che

Gp Monza: Maroni e Sala,"patrimonio nazionale governo intervenga"
(AGI) - Milano, 2 lug. - "Il Gran premio di Monza e' patrimoniodell'Italia intera e non solo della Lombardia. Serve quantoprima una cabina di regia comune, che coinvolga il governonazionale, per assicurare un futuro al Gran premio d'Italiaanche dopo il 2015: Regione Lombardia ha sempre fatto lapropria parte e la fara' pure questa volta, ma auspichiamo cheanche il premier Matteo Renzi non si sottragga alle sueresponsabilita'". E' quanto dichiarano il presidente di RegioneLombardia Roberto Maroni e il sottosegretario regionale a Expo2015 e Internazionalizzazione delle imprese, Fabrizio Sala, aproposito dell'ipotesi che dopo il 2016 il Gp d'Italiasparisca. Maroni e Sala aggiungono "Monza da sempre e' sinonimo diFormula Uno e Gran premio d'Italia, che il prossimo annoassumera' una valenza unica e ancora piu' internazionale graziealla concomitanza con Expo 2015. Le ragioni economiche addotteda Ecclestone come minaccia di una possibile soppressione delGran premio di Monza non sono accettabili, perche'inconciliabili con la storia e il ruolo internazionaledell'autodromo monzese: sarebbe come giocare il campionato dicalcio di serie A senza Inter, Milan e Juventus. La Formula Unoperderebbe l'interesse e la partecipazione dei tanti tifosiitaliani e ferraristi, che rappresentano a loro volta unsignificativo indotto economico per l'intero Circusautomobilistico". (AGI).