Giustizia: domani a Montecitorio manifestazione contro la riforma

(AGI) - Roma, 2 lug. - Una riforma della giustizia"inesistente": un "lungo elenco di buoni propositi senzafondamento ne' futuro". Per questo il 'Comitato Giustizia' diRoma, che riunisce piu' di duemila lavoratori appartenenti alpersonale amministrativo, dopo la protesta di Piazzale Clodiomessa in atto qualche settimana fa, torna a manifestare controil nuovo pacchetto presentato lunedi' dal governo Renzi. "Unpacchetto vuoto che non risponde a nessuna esigenza",affermano. In piazza ci saranno i comitati di tutta Italia chegrideranno le proprie ragioni davanti a Montecitorio,l'appuntamento e' per domani alle 15. I manifestanti, si legge in

(AGI) - Roma, 2 lug. - Una riforma della giustizia"inesistente": un "lungo elenco di buoni propositi senzafondamento ne' futuro". Per questo il 'Comitato Giustizia' diRoma, che riunisce piu' di duemila lavoratori appartenenti alpersonale amministrativo, dopo la protesta di Piazzale Clodiomessa in atto qualche settimana fa, torna a manifestare controil nuovo pacchetto presentato lunedi' dal governo Renzi. "Unpacchetto vuoto che non risponde a nessuna esigenza",affermano. In piazza ci saranno i comitati di tutta Italia chegrideranno le proprie ragioni davanti a Montecitorio,l'appuntamento e' per domani alle 15. I manifestanti, si legge in una nota del Comitato,arriveranno da Brescia, Torino fino a Reggio Calabria percontestare un "involucro vuoto" e riaffermare i veri problemidella macchina della giustizia. "Vogliamo essere sicuri -afferma Luca Bellini, portavoce del Comitato di Roma - che dasubito e con un atto legislativo, venga riconosciuta la nostraprogressione di carriera, la riscrittura dell'ordinamentoprofessionale semplificandolo, la creazione di un autonomocomparto e stipendi adeguati, prima dell'arrivo della mobilita'da altre amministrazioni. Non ci interessano gli annunci ne'gli spot, ma atti concreti". Per questo i comitati di tuttaItalia scendono in piazza. "Non ci fermeremo - conclude Bellini- Renzi e Orlando ci ascoltino prima di mettere mano aqualsiasi riforma: senza amministrativi la giustizia si ferma".(AGI).