Messa Papa per i malati tradotta in Braille e L.I.S

Messa Papa per i malati tradotta in Braille e L.I.S
Papa Francesco (Afp) 

CdV - Domenica 12 giugno alle ore 10.30 Papa Francesco presiedera' la concelebrazione eucaristica che potra' essere seguita in diretta mondiale in streaming con la lingua dei segni. "Durante la celebrazione - ha fatto sapere il delegato pontificio per il Giubileo, monsignor Rino Fisichella - tutte le letture verranno tradotte da persone sorde, di diverse nazioni, in Lingua dei segni Internazionale, mentre le preghiere dei fedeli, in varie lingue, verranno eseguite da persone ammalate e con disabilita' di diversa nazionalita'. Inoltre, per la prima volta in Piazza san Pietro, la lettura del vangelo sara' anche drammatizzata da un gruppo di persone disabili intellettive per permettere che il testo sia compreso soprattutto dai pellegrini con disabilita' mentale/intellettiva".

Al coro della Cappella Sistina al momento della comunione subentrera' il Coro "Amoris Laetitia" il quale, insieme ad altri cori che segnano anche nella lingua dei segni formati da persone disabili, animera' il canto Pane del cielo. Il servizio liturgico e le letture avranno come protagonisti le persone con disabilita', in particolare saranno presenti tra i ministranti alcuni ragazzi down e con disabilita' intellettiva, ci sara' un diacono sordo tedesco, la prima lettura verra' proclamata da una persona disabile spagnola, la seconda, in inglese, verra' letta in braille da una ragazza cieca". "Nel corso della messa - ha comunicato ancora monsignor Fisichella - sara' esposto il quadro della Madonna Salus infirmorum, custodito nella chiesa di Santa Maria Maddalena in Campo Marzio a Roma. Questo prezioso dipinto cinquecentesco, di autore ignoto, fu donato alla chiesa della Maddalena da una nobile romana nel 1619, dopo che le sue preghiere di guarigione dalla malattia di fronte al dipinto furono miracolosamente esaudite. Da allora e' venerata e invocata come aiuto di tutte le persone che sono afflitte da malattia".

Prima della celebrazione, alle ore 9 i pellegrini presenti in piazza san Pietro avranno l'opportunita' di vedere animata l'attesa dell'incontro con Papa Francesco attraverso un momento dal titolo "Quando sono debole sono forte", condotto da Rosario Carello. Sara' caratterizzato dalle testimonianze di Enrico Petrillo, marito di Chiara Corbella deceduta a soli 28 anni per un tumore scoperto durante la gravidanza, di Maria Grazia Fiore e della sua famiglia con due figli disabili, e di padre Cyril Axelrod, religioso redentorista sordo-cieco, conosciuto in tutto il mondo, soprattutto in Cina, Regno Unito e Sud Africa, per il suo totale impegno nei confronti della disabilita''. Ci saranno anche le testimonianze di una coppia affetta da una malattia neurologica degenerativa e un saluto di Jean Vanier, fondatore della Comunita' L'Arche e Fede e luce che ha inviato un contributo video. Alle testimonianze si alterneranno alcuni canti e letture eseguite da persone ammalate e con disabilita'. La sera precedente e' previsto invece uno spettacolo con artisti di fama internazionale presentato da Annalisa Minetti e Rudy Zerbi. Tra le star il Mago Silvan: "cercheremo di carpire i sui trucchi, ma sara' difficile", ha commentato Fisichella. Parteciperanno anche Alessandra Amoroso, Silvan, Simo Atzori, Bebe Vio, Stefano Oradei e Nicole Orlando e infine i ragazzi del "Coro Amoris Laetitia", "Coro Mani Bianche" (giovani con disabilita' intellettiva provenienti dal quartiere Testaccio e dalla Terra dei Fuochi), "Coro Mani Colorate", "Coro ci hai dato un Segno" (composto da adulti sordi e vedenti di Pescara) e infine la "Chicco Sband" (della comunita' dell'Arca, visitata lo scorso 13 maggio da Papa Francesco un "Venerdi' della misericordia") e la realizzazione di due canzoni del musical "Notre Dame de Paris" in L.I.S. Sempre nei Giardini, saranno allestiti, a partire dalle ore 14, sette "Tende della misericordia" dove alcune realta' pastorali e associazioni di volontariato metteranno a disposizione e condivideranno la loro esperienza di evangelizzazione per e con il mondo della malattia e delle persone con disabilita'. (AGI)