Galletti, Alimuri e' segnale priorita' tutela territorio

(AGI) - Roma, 30 nov. - "Un avvenimento che e' fondamentale peril territorio della penisola Sorrentina. Ma non solo. Credoinfatti che la giornata di oggi possa servire anche a dare unsegnale chiaro ai cittadini: e cioe' che la tutela del nostroterritorio e' e sara' priorita' delle amministrazioni locali edel Governo nazionale". Cosi' il ministro dell'Ambiente, GianLuca Galetti, in un messaggio di felicitazioni indirizzato alcomune di Vico Equense, al sindaco e ai cittadini in occasionedell'abbattimento dell'ecomostro di Alimuri. "C'e' tanto da fare per rimediare ai drammatici errori delpassato - ha aggiunto Galletti

(AGI) - Roma, 30 nov. - "Un avvenimento che e' fondamentale peril territorio della penisola Sorrentina. Ma non solo. Credoinfatti che la giornata di oggi possa servire anche a dare unsegnale chiaro ai cittadini: e cioe' che la tutela del nostroterritorio e' e sara' priorita' delle amministrazioni locali edel Governo nazionale". Cosi' il ministro dell'Ambiente, GianLuca Galetti, in un messaggio di felicitazioni indirizzato alcomune di Vico Equense, al sindaco e ai cittadini in occasionedell'abbattimento dell'ecomostro di Alimuri. "C'e' tanto da fare per rimediare ai drammatici errori delpassato - ha aggiunto Galletti - e dobbiamo partire da cio' chee' piu' logico, ma purtroppo non scontato. La prima battagliache abbiamo il dovere di portare avanti e' infatti unabattaglia culturale, per promuovere atti responsabili da partedi tutti nella tutela dell'ambiente. Sarebbe un grave errorepensare di poter riuscire a mettere in sicurezza il nostroPaese se non poniamo al primo posto la difesa del territorio:e' nostro dovere custodirlo, perche' non ci appartiene; e'nostro dovere preservarlo, per consegnarlo migliore ai nostrifigli. Serve, per questo motivo, un profondo cambio dimentalita' - ha sottolineato il ministro - le amministrazionilocali devono avere il coraggio e la serieta'  di vietare |ecostruzioni in zone ad alto rischio idrogeologico. Occorre ilripristino dei luoghi in cui si e' costruito in violazionedelle basilari leggi di natura. Ognuno e' chiamato a fare lasua parte. Non posso dunque che appoggiare pienamente la vostraazione odierna, che rappresenta senza dubbio una vittoria dellatutela ambientale sulla cementificazione selvaggia", haconcluso Galletti. (AGI).