Gala: tra i primi 10 operatori nazionali nella vendita di energia elettrica al mercato libero

Gala, societa' quotata sul mercato AIM Italia, operatore diriferimento nei settori della vendita di energia elettrica egas, entra nella graduatoria dei primi 10 operatori per volumidi energia elettrica venduta al mercato libero nel 2013, conuna quota pari al 3% del mercato. L'indagine, pubblicatadall'AEEG alla fine del primo trimestre 2014 nella consueta"Relazione Annuale sullo stato dei servizi e l'attivita'svolta", vede Gala al decimo posto della classifica con 5,6 TWhdi energia elettrica venduta a clienti finali (6,9 TWhcomplessivamente consegnati), dietro a operatori leader delsettore energia quali Enel, Edison ed Eni, in testa

Gala, societa' quotata sul mercato AIM Italia, operatore diriferimento nei settori della vendita di energia elettrica egas, entra nella graduatoria dei primi 10 operatori per volumidi energia elettrica venduta al mercato libero nel 2013, conuna quota pari al 3% del mercato. L'indagine, pubblicatadall'AEEG alla fine del primo trimestre 2014 nella consueta"Relazione Annuale sullo stato dei servizi e l'attivita'svolta", vede Gala al decimo posto della classifica con 5,6 TWhdi energia elettrica venduta a clienti finali (6,9 TWhcomplessivamente consegnati), dietro a operatori leader delsettore energia quali Enel, Edison ed Eni, in testa allagraduatoria con volumi superiori a 10 TWh, e ad altri 6 gruppisocietari (nell'ordine: Green Network Luce&Gas, Acea,Sorgenia, Hera, E.On e Axpo Group) con volumi compresi tra i 10e i 5 TWh. Tale risultato si accompagna ad un piano dibilanciamento del portafoglio clienti avviato da Gala nel 2013,che, pur mantenendo la posizione acquisita nel settorepubblico, mira ad accrescere la presenza della Societa' nelmercato privato attraverso lo sviluppo di canali indirizzatialla clientela residenziale e business, dove si registranocrescenti tassi di switching2verso il mercato libero, rilevandoopportunita' in crescita per gli incumbent del settore. LaSocieta', che ha chiuso il 2013 con risultati particolarmentepositivi (Ricavi consolidati pari a 1.341,5 milioni di Euro, increscita del 41% rispetto al 2012; EBITDA pari a 58 milioni diEuro, in aumento di 49 milioni di Euro rispetto al 2012 perun'incidenza del 7,3% sui ricavi da vendita; Utile netto pari a20,5 milioni di Euro, in crescita di 18,8 milioni di Eurorispetto al 2012), ha confermato il trend positivo nel primotrimestre del 2014 con Ricavi consolidati pari a 291 milioni diEuro (+6,12% rispetto al primo trimestre 2013), Primo Marginepari a 28,7 milioni di Euro ed EBITDA pari a 21,7 milioni diEuro, in aumento rispettivamente del 47,4% e 37,86% rispettoallo stesso periodo dell'anno precedente.