La polizia francese crede che l'attentato di Marsiglia sia stato organizzato in Italia

Per questo l'antiterrorismo italiano ha arrestato il fratello di Ahmed Hannachi a Ferrara, E vuole sentire l'ex moglie che ora vive in Tunisia

La polizia francese crede che l'attentato di Marsiglia sia stato organizzato in Italia

Uno dei due fratelli di Ahmed Hannachi, il killer di Marsiglia, è stato arrestato a Ferrara. Si tratta di Anis Hannachi. L'uomo, che era monitorato dai servizi è stato individuato con precisione e bloccato dalla polizia di Bologna e Ferrara su disposizione della procura Antiterrorismo di Roma che ha dato seguito a un mandato di arresto europeo della magistratura francese.

Per capire cosa c'entrino i familiari del presunto terrorista con l'aggressione, occorre fare ordine in questa vicenda.

Vediamo innanzitutto chi sono i protagonisti:

  • Ahmed Hannachi, il killer che a Marsiglia ha ucciso due cugine di 17 e 20 anni
  • Anis Hannachi, fratello di Ahmed, arrestato a Ferrara
  • Anuar Hannachi, fratello di Ahmed e Anis, sospettato di legami con i jihadisti e ancora all'estero
  • Ramona Cargnelutti, moglie di Ahmed dal 2008 al 2014. Adesso vive in Tunisia

L'arresto di Anis, secondo fonti investigative citate da Repubblica , è giunto "al termine di un'articolatissima attività investigativa" coordinata dal servizio centrale per il contrasto del terrorismo esterno della Dcpp-Ucigos che ha portato al rintraccio del ricercato in territorio italiano. Anis è accusato di "partecipazione ad associazione terroristica e complicità" nel delitto commesso dal fratello.

video

Sin dall’inizio si era parlato del ruolo chiave di Anis e della sua presenza in Italia, scrive il Corriere. L’uomo è stato monitorato attraverso alcune utenze telefoniche e spese effettuate con carta di credito. In una settimana avrebbe effettuato alcuni spostamenti fino ad arrivare in Emilia Romagna. Adesso sarà trasferito in Francia e messo a disposizione degli inquirenti che indagano sul delitto alla stazione di Marsiglia. Spetterà invece ai pubblici ministeri di Roma interrogare Ramona Cargnelutti, già stata sentita dalla polizia tunisina.

L'ex moglie: "Un terrorista? Macché, pensava solo a droga e alcol"

Proprio al Corriere la donna he escluso che l'ex marito fosse un terrorista. "Ma quale jihadistaAhmed era solo uno con molti problemi. Della religione non gli è mai fregato niente" ha detto e ha dato la sua ipotesi sull'uccisione delle due ragazze: "Non posso sapere che cos’è successo. Però non ci credo. Lui aveva sempre bisogno di soldi. Secondo me, a quelle due ha cercato solo di rubare la borsa. Poi è successo qualcosa e lui ha perso la testa, ha tirato fuori il coltello".

Dalla Francia all'Italia e ritorno

Il Resto del Carlino ha ricostruito i momenti chiave dei passaggi di Ahmed Hanachi dall'Italia alla Francia

  • Entra in Francia nel 2003
  • ​Nel 2005 viene fermato e ricondotto alla frontiera dal prefetto del Var.
  • Dal 2009 al 2017  beneficia di un permesso di soggiorno in Italia, scaduto a gennaio scorso e di cui ha chiesto il rinnovo.
  • Il 29 settembre 2017 viene fermato a Lione per furto e rilasciato il giorno successivo, cioè 24 ore prima dell'attacco alla stazione di Marsiglia, per mancanza di prove. 


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it