Feyenoord: Olanda, prematuro dire che non vogliamo pagare i danni

(AGI) - Roma, 20 feb. - "E' prematuro dire che l'Olanda nonvuole pagare i danni" provocati dagli ultras del Feyenoord aRoma, "occorre prima di tutto quantificare questi danni e poiricercare i colpevoli": cosi' Aart Heering, portavocedell'ambasciatore olandese in Italia Michiel Den Hond. Ilportavoce ha commentato all'AGI la dichiarazioen del sindaco diRoma, Ignazio Marino, secondo cui l'ambasciata gli avrebbecomunicato che l'Olanda "non si sente responsabile" perl'esborso economico per riprare la fontana del Bernini. "Se gli italiani rompono qualcosa ad Amsterdam", haspiegato Heering, "non e' lo Stato italiano a pagare. Occorrequindi trovare

(AGI) - Roma, 20 feb. - "E' prematuro dire che l'Olanda nonvuole pagare i danni" provocati dagli ultras del Feyenoord aRoma, "occorre prima di tutto quantificare questi danni e poiricercare i colpevoli": cosi' Aart Heering, portavocedell'ambasciatore olandese in Italia Michiel Den Hond. Ilportavoce ha commentato all'AGI la dichiarazioen del sindaco diRoma, Ignazio Marino, secondo cui l'ambasciata gli avrebbecomunicato che l'Olanda "non si sente responsabile" perl'esborso economico per riprare la fontana del Bernini. "Se gli italiani rompono qualcosa ad Amsterdam", haspiegato Heering, "non e' lo Stato italiano a pagare. Occorrequindi trovare i colpevoli, stanarli e una volta giudicaticolpevoli far pagare a loro i danni, come ha detto il sindacoMarino 'chi rompe paga'". Ma, ha ribadito, "e' necessario perprima cosa quantificare" i disastri provocati e "poi, ma questoe' un passo successivo, si potrebbero perseguire i colpevoli".(AGI)