Ferrovie: treni soppressi su Roma-Viterbo, passeggeri sui binari

(AGI) - Roma, 21 set. - Soppresse alcune corse della ferroviaRoma-Viterbo, con i pendolari costretti a attraversare ibinari. Lo denuncia il Comitato pendolari Ferrovia Roma Nord:"Gli utenti - scrive il Comitato - sono costretti a fare isalti mortali, attraversando pericolosamente i binari peruscire dalla stazione di Flaminio quando arrivano a Roma.Vigilanza come al solito assente in banchina". "Il nuovoorario, in vigore da meno di una settimana si sta confermandocome il funerale della Roma nord perche' disincentiva l'uso deltreno da Montebello in su". Poi le conseguenze. "Da quando e'in vigore questo

(AGI) - Roma, 21 set. - Soppresse alcune corse della ferroviaRoma-Viterbo, con i pendolari costretti a attraversare ibinari. Lo denuncia il Comitato pendolari Ferrovia Roma Nord:"Gli utenti - scrive il Comitato - sono costretti a fare isalti mortali, attraversando pericolosamente i binari peruscire dalla stazione di Flaminio quando arrivano a Roma.Vigilanza come al solito assente in banchina". "Il nuovoorario, in vigore da meno di una settimana si sta confermandocome il funerale della Roma nord perche' disincentiva l'uso deltreno da Montebello in su". Poi le conseguenze. "Da quando e'in vigore questo maledetto orario le consolari in ingressoFlaminia e Cassia sono bloccate dalle 7 di mattina - continuail Comitato - Gli utenti prendono l'auto perche' non si fidanopiu' del treno". Secondo il Comitato "ogni giorno saltanodecine di corse urbane, alcune annunciate sul sito (comestamattina), altre mascherate con le soppressioni". Tanto che"gli utenti sono costretti a fare i salti mortali,attraversando pericolosamente i binari per uscire dallastazione di Flaminio quando arrivano a Roma - precisa ilComitato - Vigilanza come al solito assente in banchina. Se nonsi ripristina in fretta un orario degno, con magari meno corse,ma certe in partenza e senza ritardi o soppressioni, senzapunti di rottura, si rischia di avere la forza pubblica aFlaminio e a Montebello tutte le sere - conclude il Comitatosul suo sito web e sui social network - la rabbia del pendolaree' diventata, giustamente, incontenibile". .