Eternit: Cassazione, lesioni e morti estranee a reato disastro

(AGI) - Roma, 23 feb. - La Corte d'appello di Torino "hainopinatamente aggiunto all'evento costitutivo del disastroeventi rispetto ad esso estranei ed ulteriori, quali quellidelle malattie e delle morti, costitutivi semmai di differentidelitti di lesioni e di omicidio". A rilevarlo e' la primasezione penale della Cassazione, nella sentenza, depositataoggi e lunga ben 146 pagine, sul processo Eternit per il quale,lo scorso novembre, la Suprema Corte pronuncio' l'intervenutaprescrizione del reato di disastro. I delitti di lesioni e diomicidio, nell'ambito di questo processo, osservano i giudicidi piazza Cavour, non sono stati invece

(AGI) - Roma, 23 feb. - La Corte d'appello di Torino "hainopinatamente aggiunto all'evento costitutivo del disastroeventi rispetto ad esso estranei ed ulteriori, quali quellidelle malattie e delle morti, costitutivi semmai di differentidelitti di lesioni e di omicidio". A rilevarlo e' la primasezione penale della Cassazione, nella sentenza, depositataoggi e lunga ben 146 pagine, sul processo Eternit per il quale,lo scorso novembre, la Suprema Corte pronuncio' l'intervenutaprescrizione del reato di disastro. I delitti di lesioni e diomicidio, nell'ambito di questo processo, osservano i giudicidi piazza Cavour, non sono stati invece "oggetto dicontestazione formale". Facendo rientrare nel reato didisastro lesioni e morti, secondo la Cassazione, significa"abbracciare una tesi che implicherebbe che l'articolo 434 delCodice penale (relativo al disastro, ndr) rende punibile conpena massima fino a 12 anni la condotta di colui chedolosamente provoca, con la condotta produttiva di disastro,plurimi omicidi, ovvero sia, in sostanza, una strage: cosaquesta che - si rileva nella sentenza - e' insostenibile dalpunto di vista sistematico, oltre che contraria al buon senso".(AGI)Oll/Chi.