Enel: avviato processo vendita asset in Slovacchia e Romania

Roma, 10 luglio 2014 ' Il Consiglio di Amministrazione di EnelSpA ("Enel"), riunitosi in data odierna sotto la presidenza diPatrizia Grieco, ha esaminato gli sviluppi del programma divendita funzionale al rafforzamento della strutturapatrimoniale del Gruppo, secondo quanto previsto dal Pianoindustriale 2014-2018.In particolare, l'Amministratore Delegatoha informato il Consiglio di Amministrazione che, nell'ambitodi tale programma, sono stati individuati come possibileoggetto di vendita da parte del Gruppo Enel gli asset digenerazione posseduti in Slovacchia e gli asset didistribuzione e vendita posseduti in Romania. Per quanto riguarda la Slovacchia, il perimetro oggetto dicessione

Roma, 10 luglio 2014 ' Il Consiglio di Amministrazione di EnelSpA ("Enel"), riunitosi in data odierna sotto la presidenza diPatrizia Grieco, ha esaminato gli sviluppi del programma divendita funzionale al rafforzamento della strutturapatrimoniale del Gruppo, secondo quanto previsto dal Pianoindustriale 2014-2018.In particolare, l'Amministratore Delegatoha informato il Consiglio di Amministrazione che, nell'ambitodi tale programma, sono stati individuati come possibileoggetto di vendita da parte del Gruppo Enel gli asset digenerazione posseduti in Slovacchia e gli asset didistribuzione e vendita posseduti in Romania. Per quanto riguarda la Slovacchia, il perimetro oggetto dicessione riguarda il 66% del capitale sociale di SlovenskeElektrarne a.s. (posseduto da Enel per il tramite di EnelProduzione SpA), che e' il principale operatore nazionale nelsettore della generazione di energia elettrica con una quota dimercato prossima all'80%. Slovenske Elektrarne dispone di unparco centrali caratterizzato da una capacita' installata di5.700 MW e da un mix equilibrato di fonti di generazione, dalnucleare all'idroelettrico al termoelettrico, ed ha realizzatonel 2013 ricavi per 2.888 milioni di euro ed un Ebitda di 708milioni di euro (dati consolidati).Per quanto riguarda laRomania, il perimetro oggetto di cessione riguarda il 64,4% delcapitale sociale di Enel Distributie Muntenia SA e di EnelEnergie Muntenia SA, il 51% del capitale sociale di EnelDistributie Banat SA, di Enel Distributie Dobrogea SA e di EnelEnergie SA, nonche' il 100% del capitale sociale della societa'di servizi Enel Romania Srl (posseduti da Enel per il tramitedi Enel Investment Holding BV). Le societa' sopra indicategestiscono una rete elettrica di circa 91.000 chilometri nelleregioni di rispettiva competenza, dove distribuiscono circa 14TWh all'anno (con una quota di mercato del 34% su basenazionale) e vendono quasi 9 TWh all'anno a circa 2,6 milionidi clienti, di cui 2,4 milioni residenziali (con una quota dimercato del 20% su base nazionale) e 0,2 milioni business (conuna quota di mercato del 38% su base nazionale). Le medesimesocieta' hanno realizzato nel 2013 ricavi per 1.118 milioni dieuro ed un Ebitda di 289 milioni di euro (dati consolidati).Siaper la Slovacchia sia per la Romania, il Gruppo Enel haprovveduto nei giorni scorsi a notificare formalmente l'avviodei processi di vendita alle societa' partecipate ed airelativi azionisti di minoranza (rappresentati da societa' oenti a partecipazione statale), nonche' a nominare gli advisorfinanziari (BNP Paribas e Deutsche Bank nel caso degli assetslovacchi e Citigroup e UniCredit nel caso degli asset rumeni)e legali chiamati a supportare il processo medesimo. Il GruppoEnel provvedera' inoltre a fornire adeguata informativa sugliindicati processi di vendita ai Governi e alle Autorita'competenti dei rispettivi Paesi.Il Consiglio diAmministrazione, preso atto dell'informativa ricevutadall'Amministratore Delegato e avendo espresso la propriacondivisione sulle iniziative intraprese, si e' riservato diesaminare e valutare nei prossimi mesi, all'esito delleprocedure di vendita delle indicate partecipazioni possedutedal Gruppo Enel in Slovacchia e in Romania, le offerte deipotenziali acquirenti.Le procedure di cessione delle indicatepartecipazioni in Slovacchia e in Romania si inseriscononell'ambito del programma di vendita di attivita' patrimonialiper complessivi 6 miliardi di euro gia' avviato nel 2013,finalizzato alla riduzione dell'indebitamento finanziario delGruppo Enel e attualmente realizzato per circa 1,6 miliardi dieuro; in particolare, i citati asset slovacchi e rumeniconcorreranno a tale programma unitamente ad ulteriori assetnon strategici per un controvalore complessivo superioreall'obiettivo residuo di 4,4 miliardi di euro, in modo dadotare il programma stesso della necessaria flessibilita'. .