Ebola: sanitari Genova, paziente sta bene ma in isolamento

(AGI) - Genova, 1 ott. - "Il paziente sta bene e non ha febbre.Rimarra' in isolamento finche' non avremo i risultati degliesami dallo Spallanzani di Roma. La situazione e' tranquilla.Stamattina il personale medico e infermieristico e' entrato duevolte nella stanza del paziente che ha anche mangiato". Cosi'Claudio Viscoli, direttore della clinica di malattie infettivedell'Azienda Ospedaliera Universita' Irccs San Martino-Ist diGenova, dove e' ricoverato in isolamento per un sospetto casodi ebola il giovane ingegnere arrivato nel capoluogo ligure il19 settembre scorso dalla Sierra Leone. Circa la possibilita'che il giovane sia entrato

(AGI) - Genova, 1 ott. - "Il paziente sta bene e non ha febbre.Rimarra' in isolamento finche' non avremo i risultati degliesami dallo Spallanzani di Roma. La situazione e' tranquilla.Stamattina il personale medico e infermieristico e' entrato duevolte nella stanza del paziente che ha anche mangiato". Cosi'Claudio Viscoli, direttore della clinica di malattie infettivedell'Azienda Ospedaliera Universita' Irccs San Martino-Ist diGenova, dove e' ricoverato in isolamento per un sospetto casodi ebola il giovane ingegnere arrivato nel capoluogo ligure il19 settembre scorso dalla Sierra Leone. Circa la possibilita'che il giovane sia entrato in contatto con persone infette inSierra Leone, Viscoli ha spiegato che "il paziente ha riferitodi non aver mai incontrato persone con ebola. A rassicurarci e'anche il fatto che nelle ultime due settimane non sono statisegnalati nuovi casi in Sierra Leone, anche se il paese non e'ancora considerato "ebola free". Detto cio', il paese di provenienza e i sintomi manifestatidal paziente hanno fatto scattare un automatismo per cui questoviene definito un "caso possibile" facendo cosi' scattare tuttele precauzioni. Non bisogna dimenticare - ha concluso - chequesta e' una situazione in cui un piccolo errore puo'determinare conseguenze enormi". (AGI).