Ebola: medico italiano non curato con cocktail farmaci

(AGI)- Roma - Il medico italiano contagiato dal virusEbola e ricoverato allo Spallanzani di Roma non e' curato conun solo antivirale  [...]

(AGI)- Roma, 27 nov. - Il medico italiano contagiato dal virusEbola e ricoverato allo Spallanzani di Roma non e' curato conun solo antivirale e non con un cocktail di farmaci.E' quantosi legge nell'ultimo bollettino die medici che a Roma stannocurando l'uomo contagiato. "Comunicheremo i farmaci usati allafine del trattamento - hanno aggiunto - . Il paziente vienecurato anche con il plasma di convalescenza, ovvero, plasma dipersone che hanno avuto l'ebola e l'hanno superata". E'iniziato ieri pomeriggio il tarttamento con il plasma di unconvalescente. Il plasma "prezioso" e' arrivato "dalla Spagna"(ma non e' quello dell'infermiera spagnola, hanno tenuto aprecisare i medici) "grazie a una catena di supporto e disolidarieta' istituzionale (ministero della Salute italiano espagnolo, Aifa, Hospital Universitario La Paz), scientifica(coordinamento internazionale per la gestione dell'eboladell'Organizzazione Mondiale della Sanita'), delle societa'farmaceutiche e delle societa' di trasporto". Il tutto e' statoeffettuato "con una grande partecipazione umana", hannosottolineato i medici.In serata il medico italiano di Emergency ha presentato "unrialzo febbrile e un peggioramento delle condizioni cliniche edei parametri ematologici (riduzione dei globuli bianchi edelle piastrine)".I medici spiegano inoltre che i parametridella funzionalita' epatica e renale sono normali. Nel corsodella notte c'e' stato tuttavia un progressivo miglioramentocon riduzione marcata della temperatura. Al momento lapressione e' normale, il paziente e' vigile e collaborante, e'in grado di deambulare autonomamente nella stanza edinteragisce positivamente con il personale sanitario. Nonpresenta nuovi sintomi caratteristici della malattia, inparticolare non ha manifestazioni emorragiche. (AGI)