Un uomo ha tenuto in ostaggio due donne per ore, poi le ha uccise e si è sparato

donne ostaggio uccise
FABRICE COFFRINI / AFP
Polizia svizzera

Un uomo di 60 anni ha preso in ostaggio due donne per diverse ore in un appartamento a Zurigo, in Svizzera, prima di ucciderle e togliersi la vita.

Il dramma è cominciato poco prima delle 5.30, quando la polizia ha risposto alla chiamata di una donna che chiedeva soccorso. Quasi negli stessi istanti è arrivata la segnalazione di urla in un palazzo del Distretto 7. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, l'uomo si è affacciato dalla finestra e ha comunicato di avere in ostaggio due donne, minacciando di ucciderle se la polizia non si fosse ritirata. Sul posto sono arrivati i negoziatori che hanno portato avanti una trattativa durate tre ore.

Alle 8.30 circa, l'autore del folle gesto ha dichiarato che si sarebbe arreso ma poco dopo sono stati sentiti degli spari. Una volta fatta irruzione, gli agenti hanno scoperto i tre corpi senza vita. Le donne uccise avevano 38 e 34 anni. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it