Donna trovata morta nel pesarese, uccisa a bastonate dopo lite

(AGI) - Mondavio (Pesaro-Urbino), 9 dic. - Rosella Iatesta, lacasalinga di origini pugliesi, e' stata colpita a bastonate:una serie di colpi, tutti diretti alla testa, che l'hannoferita a morte. E' uno dei dettagli emersi in serata, mentreall'interno della villetta di San Filippo sul Cesano proseguivail lavoro degli uomini del Ris. A colpirla sarebbe stato ilmarito, Gino Ruggeri, piccolo imprenditore, che poi avrebbetentato di togliersi la vita, ingerendo del pesticida eprovando a nascondersi in un angusto sottoscala. I carabinieril'hanno trovato a distanza di 4 ore dal ritrovamento delcadavere della moglie: si

(AGI) - Mondavio (Pesaro-Urbino), 9 dic. - Rosella Iatesta, lacasalinga di origini pugliesi, e' stata colpita a bastonate:una serie di colpi, tutti diretti alla testa, che l'hannoferita a morte. E' uno dei dettagli emersi in serata, mentreall'interno della villetta di San Filippo sul Cesano proseguivail lavoro degli uomini del Ris. A colpirla sarebbe stato ilmarito, Gino Ruggeri, piccolo imprenditore, che poi avrebbetentato di togliersi la vita, ingerendo del pesticida eprovando a nascondersi in un angusto sottoscala. I carabinieril'hanno trovato a distanza di 4 ore dal ritrovamento delcadavere della moglie: si pensava che fosse fuggito nellecampagne circostanti, dove l'hanno cercato anche con l'ausiliodei cani, invece non aveva mai lasciato la sua abitazione.Seguendo le tracce di vomito, i militari sono arrivati al suonascondiglio: era moribondo ed e' stato affidato ai medici del'Santa Croce', dove si trova ricoverato in gravissimecondizioni. L'uomo e' in stato di fermo, piantonato daicarabinieri e con addosso l'accusa di omicidio. In serata sonoemersi altri particolari dell'uxoricidio. Marito e moglieavrebbero litigato furiosamente intorno alle 7.30 di questamattina; secondo indiscrezioni, l'uomo era sotto pressione perla situazione di crisi dell'azienda della quale era socio, cheeffettuava lavorazioni della vetroresina per il settore dellanautica, e per un rapporto con la moglie minato dalla gelosia. Dopo che il suocero aveva preso con se' il nipotino di 10 anniper accompagnarlo a scuola, la situazione e' improvvisamenteprecipitata: l'imprenditore, vittima di un improvviso raptus,avrebbe preso un bastone e colpito ripetutamente alla testa lamoglie, con estrema violenza. L'arma del delitto e' rimasto interra, accanto al corpo esanime della donna. A quel puntol'uomo ha deciso di farla finita: ha ingerito una dose di unpesticida, e, utilizzando una porta-armadio, si e' nascosto inun angusto spazio nel sottotetto, dove, nel primo pomeriggio, icarabinieri lo hanno ritrovato in fin di vita. Intorno alle 11,il padre della vittima e' tornato alla villetta e ha trovato lafiglia a terra nei pressi dell'ingresso di casa, in una pozzadi sangue. Ha chiamato il 118 e i carabinieri, ma la donna eraagonizzante e nulla hanno potuto fare i suoi soccorritori. Leindagini dei carabinieri sono coordinate dal sostitutoprocuratore della repubblica di Pesaro, Sante Bascucci. Ilfiglio della coppia e' stato recuperato da scuola e affidato ainonni materni. (AGI).