Detenuto in semiliberta' ucciso dal cognato a Brindisi

Detenuto in semiliberta' ucciso dal cognato a Brindisi

Brindisi - Un uomo di 30 anni e' morto all'ospedale 'Perrino' di Brindisi, dove era stato ricoverato ieri dopo essere stato ferito alle gambe dai colpi di pistola sparati dal cognato, in una abitazione alla periferia di Brindisi dove erano in corso i preparativi per il pranzo di Natale. La vittima e' Giancarlo Zaccaria, detenuto che aveva ottenuto un permesso premio proprio per trascorrere in famiglia le festivita' natalizie, ferito a morte da un proiettile che gli ha reciso l'arteria femorale esploso da Patrizio Laveneziana, 44 anni. Zaccaria si era presentato a casa del cognato, presenti la moglie ed i 4 figli, con il quale avrebbe avuto vecchi attriti, e al culmine di una violenta discussione, Patrizio Laveneziana ha estratto una pistola semiautomatica legalmente detenuta e colpito alle gambe il 30enne. Zaccaria si e' accasciato sul pavimento, e la sorella ha chiamato subito i soccorritori del '118'. L'uomo e' stato immediatamente trasportato in ospedale, dove e' morto poche ore dopo. Laveneziana si e' poi costituito ai carabinieri in nottata. (AGI) 

(26 dicembre 2015)