Delitti Pordenone: indagine su fidanzata Ruotolo

Delitti Pordenone: indagine su fidanzata Ruotolo

Pordenone - Svolta nell'inchiesta sul delitto dei due fidanzati di Pordenone. Un avviso di garanzia è stato inviato a Rosa Patrone, fidanzata di Giosuè Ruotolo (unico indagato) per le ipotesi di reato di istigazione al duplice omicidio o, come ipotesi alternativa, favoreggiamento e false informazioni ai pm. La notizia viene pubblicata oggi dal Messaggero Veneto di Udine. Per domani è stato fissato l'interrogatorio della ventiquattrenne di Somma Vesuviana, alle 10 in Procura a Pordenone, dinnanzi ai due pm titolari dell'inchiesta Pier Umberto Vallerin e Matteo Campagnaro. La giovane studentessa di giurisprudenza ha scelto di affidarsi all'avvocato di famiglia, Costantino Catapano. Complessivamente la giovane è stata messa sotto torchio dagli inquirenti già per oltre venti ore. Secondo quanto si è appreso, la ragazza sarebbe caduta in contraddizione quando è stata ascoltata l'ultima volta come persona informata sui fatti nell'ultima trasferta a Somma Vesuviana dei pm titolari dell inchiesta, accompagnati dai carabinieri del Nucleo investigativo. In particolare la sua deposizione è stata messa a confronto con quella di una sua amica, con la quale Rosaria si sarebbe confidata e sarebbero emersi elementi discordanti. (AGI)
.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it