De Magistris: "In Italia democrazia malata, non mi dimetto"

(AGI) - Napoli - Per il sindaco ormai sospeso diNapoli, Luigi de Magistris, "oggi e' un giorno buono". Cita,forse cosciamente, il  [...]

(AGI) - Napoli, 2 ott. - Per il sindaco ormai sospeso diNapoli, Luigi de Magistris, "oggi e' un giorno buono". Cita,forse cosciamente, il rapper Rocco Hunt, facendo da contraltaresemiistituzionale alla scelta di musiche di Clementino nelcorteo contro le politiche della Bce, in arrivo ai marginidella Reggia di Capodimonte mentre lui parla con i giornalisti."Oggi a me sembrerebbe un giorno buono", ripete, prima disnocciolare ancora pesanti giudizi sulla magistratura einvocare misteriose mani sulla citta' come ha fattoripetutamente in questi giorni. Quella che e' stata scritta e'"una pagina di liberta', dignita' e coraggio". La sospensione"non e' un dramma, e' una opportunita'". "Quanta strada devefare il paese", pero', "per evitare che la democrazia malatadivenga regime", esclama. E "le persone che non si uniformanoal pensiero unico, sono state fatte fuori con la violenza".L'ex pm ritiene di aver subito comunque con la sospensione "unatto ingiusto". "I servitori dello Stato vengono fermatiattraverso l'utilizzo della legalita' formale", il suo mantradi questi giorni, ripetuto anche oggi in una sala dove piu' chei cronisti sono presenti assessori e dipendenti comunali. Unadelle strade che potrebbe scegliere questi servitori delloStato offesi "e' abbandonare le istituzioni e scegliere lalotta fuori dalle istituzioni. Io per strada vedo piu' gentepulita che nelle istituzioni. E io ho forte questa tentazione.E penso a De Andre' o a Erri De Luca". Poi corregge il tiro."Ma io dico abbiate fiducia, perche' nello Stato ci sono uominie donne perbene". E si professa "onesto fino al midollo", ilsindaco sospeso, e pronto a continuare a "combattere unabattaglia per liberare lo Stato dalla corruzione". "Finiro'forse la mia vita con l'essere pregiudicato - dice de Magistris- se essere pregiudicato e' non voltare la testa dall'altraparte. Mi possono togliere tutto, ma sono un uomo onesto finoal midollo e ho la certezza che altri giudici possono rimediarea questo provvedimento rapidissimo di sospensione". Non mancal'accenno alle sue vicissitudini giudiziarie, "magistratiitaliani che tra 2007 e 2009 hanno aperto 90 procedimenticontro di me e penna su carta hanno poi detto che ho agito inmodo corretto, tranne uno". "Non esiste un altro caso in Italiain cui magistrati, testimoni e forze dell'ordine sono statirasi al suolo per aver individuato una rete occulta di poteri",dice ancora de Magistris. Ora il quadro che lascia a Napoli ealla sua giunta ha tre "certezze": la sospensione, il fatto chenon si dimette e il fatto che il periodo di sospensione sara'breve. Mentre lui "resiste", alla sua giunta, alla maggioranzain consiglio e ai cittadini raccomanda "occhi aperti", per"evitare che mettano le mani sulla citta'", mani "brutte ecorrotte". "Mi impegno a non mollare, se prima lavoravo 18 oreal giorno - promette - ora lavorero' anche di notte, lavorero'per strada e voglio servire Napoli fino a magio 2016". (AGI)