De' Longhi: ricavi in primo semestre +5,7% A/A, +4,4% nel secondo trimestre

De'Longhi SpA: ricavi preliminari primo semestre 2014Treviso, 22 luglio 2014 - I ricavi consolidati di De' LonghiSpA nel primo semestre 2014 sono stati pari a circa Euro 700milioni, in crescita di circa il 5,7% (circa 10,2% a cambicostanti). Nel secondo trimestre la crescita e' stata di circail 4,4% (circa 8,6% a cambi costanti).Il Gruppo De'Longhi haconseguito, nel secondo trimestre del 2014, ricavi consolidatiper circa Euro 362 milioni, pari ad una crescita di circa il4,4% rispetto al secondo trimestre 2013 (circa 8,6% a cambicostanti).Nei primi sei mesi dell'anno il fatturato haraggiunto

De'Longhi SpA: ricavi preliminari primo semestre 2014Treviso, 22 luglio 2014 - I ricavi consolidati di De' LonghiSpA nel primo semestre 2014 sono stati pari a circa Euro 700milioni, in crescita di circa il 5,7% (circa 10,2% a cambicostanti). Nel secondo trimestre la crescita e' stata di circail 4,4% (circa 8,6% a cambi costanti).Il Gruppo De'Longhi haconseguito, nel secondo trimestre del 2014, ricavi consolidatiper circa Euro 362 milioni, pari ad una crescita di circa il4,4% rispetto al secondo trimestre 2013 (circa 8,6% a cambicostanti).Nei primi sei mesi dell'anno il fatturato haraggiunto pertanto circa Euro 700 milioni, in aumento di circail 5,7% (circa 10,2% a cambi costanti) rispetto al primosemestre 2013.Analizzando i ricavi del semestre per areageografica, l'area Sud-Ovest Europa registra una crescita delfatturato trainata da mercati quali Francia, Spagna, Portogalloe, in misura minore, Germania.L'area Nord-Est Europa vedeinvece la propria crescita guidata da UK, Russia, Paesi Nordicie Repubblica Ceca. Con particolare riferimento alla Russia,dopo un primo trimestre positivo, si segnala il proseguimentodel trend di ripresa delle vendite rispetto a un difficile2013.Nell'area APA (Asia, Pacifico, Americhe) e' stato positivoil contributo del mercato USA e del Brasile, cosi' come laperformance dei mercati dell'estremo oriente, trainati daGiappone e Sud Corea. Ancora negativo invece l'andamentodell'Oceania (Australia e Nuova Zelanda), sebbene nel complessoin misura minore rispetto al primo trimestre.L'area MEIA (MedioOriente, India, Africa) ha registrato un leggero incremento delfatturato, che si confronta con la crescita estremamentesostenuta (+50,6%) nei primi sei mesi dello scorso esercizio.Iricavi per linea di prodotto evidenziano un contributo positivodi tutti i principali segmenti, dalla preparazione dei cibialle macchine da caffe', ma anche le aree comfort e homecare.Positivo infine il contributo di Braun, che conferma lacrescita in doppia cifra, al di sopra della media delGruppo.Con riferimento all'andamento delle vendite, il CEOFabio de' Longhi ha commentato: "siamo soddisfattidell'andamento del secondo trimestre, che conferma il trend dicrescita del 2014. Riteniamo che il Gruppo possa proseguire suuna traiettoria positiva anche nella seconda meta' dell'anno,nonostante un impatto delle valute piu' sfavorevole rispettoalle attese iniziali del management". Si segnala che nel corsodel mese di giugno 2014, al fine di ottimizzare la gestionefinanziaria, la Societa' ha interamente rimborsato, in viaanticipata, i due finanziamenti chirografari erogati da Bank ofAmerica-Milan Branch e Intesa San Paolo (accesi nel corso del2012 in relazione all'operazione Braun Household) per unimporto in linea capitale di Euro 70 milioni, utilizzando laliquidita' del Gruppo.