Dada: il Risultato Netto consolidato dell'esercizio 2014 risulta negativo per € 2,2 mln

Il Consiglio di Amministrazione di DADA, leader internazionale nei servizi professionali per la gestione della presenza e della visibilità in Rete, ha approvato in data odierna il Bilancio Consolidato del Gruppo e il Progetto di Bilancio Civilistico di DADA S.p.A., relativi all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2014.

RISULTATI ECONOMICI DEL GRUPPO
Nel 2014 i Ricavi consolidati conseguiti dal Gruppo Dada nell'esercizio 2014 si sono attestati a €67,5 mln, in calo del 10% rispetto ai €75,3 mln conseguiti nel pari periodo dell'esercizio precedente a causa per lo più delle discontinuità dell'Advertising.

I ricavi provenienti dalla divisione Domain & Hosting, che hanno rappresentato circa l'87% del fatturato consolidato di periodo, si sono attestati a €59 mln ed hanno riportato un calo rispetto all'analogo periodo dell'esercizio precedente del 2% circa.

Le cause principali di tale andamento possono essere identificate:

- nel trend negativo del prodotto di advertising online Simply (€2,4 mln dell'esercizio 2014 contro i €2,8 mln nel pari periodo 2013),
- nei mancati ricavi generati da attività dismesse, tra cui la co-location inglese ceduta ad agosto 2013 (che contribuiva per circa €0,4 mln ai ricavi del 2013) e l'Adsl UK ceduta alla fine del mese di maggio 2014 (che contribuiva per circa €0,9 mln ai ricavi del 2013 a fronte dei €0,3 mln dei primi cinque mesi del 2014).

Al netto di questi effetti, il giro d'affari core della divisione si attesta sostanzialmente sui livelli dello scorso esercizio.

I Paesi più rilevanti in termini di contribuzione al fatturato consolidato sono stati Italia e UK, che hanno rappresentato circa il 75% del volume d'affari della divisione, seguiti da Francia, Spagna, Irlanda, Portogallo e Olanda.

Il business della Performance Advertising ha contribuito al fatturato del Gruppo per il restante 13%, registrando un calo del 42% rispetto all'esercizio precedente (€8,5 mln vs €14,6 mln). Sull'andamento dei ricavi della divisione hanno inciso in particolare le nuove modalità operative con le quali gli inserzionisti possono acquisire traffico sul network di Google, che hanno rallentato il trend di crescita a partire dal mese di ottobre 2012 e ulteriormente impattato l'evoluzione dei ricavi a partire dal mese di gennaio 2014, soprattutto per la quota generata dal traffico mobile e tablet.

L'apporto delle attività estere al fatturato consolidato dell'esercizio 2014 si è attestato al 61% (contro il 64% dell'esercizio 2013), confermando il peso significativo delle attività internazionali allo sviluppo complessivo del Gruppo, nonostante la discontinuità riscontrata nella divisione di Performance Advertising il cui fatturato è per la quasi totalità generato all'estero.

Il MOL consolidato nell'esercizio 2014 si è attestato a €9,8 mln, in calo rispetto ai €10,6 mln del 2013, riportando un'incidenza sui ricavi pari al 15% (vs 14% dell'esercizio 2013).

In dettaglio:

i. il business di Domain & Hosting ha registrato una marginalità complessiva sui ricavi del 16%, allineandosi sostanzialmente ai livelli dello scorso esercizio.

Nel confronto con l'esercizio precedente vanno peraltro rilevate:

- la duplicazione di alcuni costi operativi legati al nuovo data center in UK (pari a €0,6 mln) derivanti dagli oneri sostenuti nei confronti di precedenti fornitori che si sono aggiunti ai costi di funzionamento della nuova struttura entrata a regime a partire dal mese di aprile 2014;

- una diversa logica di allocazione dei costi corporate, a decorrere dal 1 gennaio 2014, che ha comportato una riduzione della marginalità della divisione D&H per oltre €0,2 mln (ma nessun effetto a livello consolidato);

ii. Nel business di Performance Advertising, il già citato calo dei volumi ha inciso anche sulla marginalità, che è passata dal 13% del precedente esercizio all'8% del 2014, principalmente a causa di un minore contributo del Gross Margin alla copertura dei costi fissi.

Nel periodo in esame i costi per servizi hanno riportato un andamento decrescente sia in termini assoluti (scesi da €49,1 mln del 2013 a €41,4 mln del 2014) sia in termini di incidenza percentuale sui ricavi consolidati (passati dal 65% al 61%), anche grazie ai benefici rivenienti dalla messa in funzione del nuovo data center.

I costi del personale hanno registrato una lieve crescita (passando da €19,3 mln del 2013 a €19,9 mln del 2014) per lo più a causa degli adeguamenti CCNL, a talune iniziative di politica retributiva in ottica di retention di risorse chiave e all'impatto negativo del tasso di cambio. Si segnala peraltro che il numero puntuale dei dipendenti al 31 dicembre 2014 contava 364 unità, in riduzione rispetto alle 395 registrate al 31 dicembre 2013.
La voce relativa alla capitalizzazione di lavori interni - finalizzata al miglioramento dei processi e all'ottimizzazione delle piattaforme proprietarie che erogano i servizi – si è attestata a €3,6 mln dell'esercizio 2014, in linea con i dati del precedente esercizio.

Il Risultato Operativo conseguito dal Gruppo nell'esercizio 2014 è positivo per €1,5 mln (2% sui ricavi) in calo rispetto ai €2,4 mln (3% sui ricavi) registrato nell'esercizio 2014.

Sul Risultato Operativo del periodo hanno inciso prevalentemente:
- gli ammortamenti delle immobilizzazioni che sono stati nell'esercizio 2014 pari a complessivi €7,8 mln dei quali €3,8 mln riferibili alle immobilizzazioni materiali e €4 mln relativi alle immobilizzazioni immateriali; nel 2013 gli ammortamenti erano stati pari a complessivi €7,4 mln ascrivibili per €3,4 mln alle immobilizzazioni materiali e per €4 mln alle immobilizzazioni immateriali. Conseguentemente tale aggregato ha registrato nell'anno una crescita pari a circa il 5%.
- le svalutazioni, gli accantonamenti e gli altri oneri non ricorrenti nel 2014 sono stati pari a €0,5 mln (costituiti da svalutazioni, crediti e oneri non ricorrenti per severance) mentre nel precedente esercizio erano stati negativi per €0,7 mln (riferibili prevalentemente alla svalutazione del credito Seat), riportando quindi una diminuzione di circa €0,3 mln.

L'attività finanziaria consolidata complessiva (rappresentata dal combinato effetto netto di proventi ed oneri finanziari) del Gruppo Dada nell'esercizio 2014 è stata negativa per €2,8 mln contro i -€3 mln dell'esercizio 2013, quindi in miglioramento del 4%, seppur in un contesto di crescita dell'indebitamento complessivo.

Su questo dato hanno in particolare inciso:

(i) interessi passivi su finanziamenti per complessivi €1,1 mln (€1 mln nel pari periodo del 2013);
(ii) altri oneri bancari e interessi passivi su scoperti di conto corrente bancari per €1,8 mln (contro €1,6 mln del 2013) sono principalmente attribuibili sia agli interessi pagati sugli scoperti di c/c che agli oneri connessi ai pagamenti con carte di credito;
(iii) l'impatto positivo dell'attività in cambi nel 2014 per circa €0,1 mln, in miglioramento rispetto al 2013 quando era stato negativo per €0,2 mln, quale conseguenza dell'andamento positivo del rapporto di cambio Euro/Sterlina (variazione complessiva positiva di €0,3 mln).

Il carico fiscale complessivo dell'esercizio 2014, negativo per €0,9 mln (-€0,8 mln nell'esercizio 2013), riflette imposte correnti per €0,7 mln (rappresentate dall'IRAP a carico di alcune società italiane e dal carico fiscale delle società estere, con un risultato ante imposte positivo) in diminuzione rispetto al dato del pari periodo 2013 (€1,1 mln), ed un impatto della fiscalità differita per -€0,2 mln mentre nel 2013 il dato era stato positivo per €0,3 mln con un effetto netto differenziale di €0,5 mln.

Il Risultato Netto consolidato dell'esercizio 2014 risulta negativo per €2,2 mln (perdita di €1,3 mln al 31 dicembre 2013).

DATI ECONOMICI DI SINTESI DEL SOLO QUARTO TRIMESTRE 2014
Nel quarto trimestre dell'anno, il Gruppo ha registrato Ricavi consolidati pari a €16,9 mln, in calo rispetto ai €18,2 mln del quarto trimestre del 2013. Il MOL del quarto trimestre è pari a €2,2 mln (contro €2,5 mln del quarto trimestre 2013). Il Risultato Operativo del trimestre è positivo per €0,1 mln (rispetto ad un dato positivo di €0,2 mln registrato nello stesso periodo del 2013) dopo ammortamenti per €2,0 mln (in linea con il dato del 2013) mentre l'attività non ricorrente è risultata nel trimestre sostanzialmente neutra (-€0,3 mln nel quarto trimestre del 2013). Il Risultato Netto si è attestato a -€0,8 mln, contro un dato negativo di €0,9 mln del quarto trimestre del 2013, con un carico fiscale di periodo pari a -€0,1 mln (-€0,3 mln nel 2013).

SITUAZIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA DEL GRUPPO AL 31 DICEMBRE 2014
La Posizione Finanziaria Netta complessiva consolidata al 31 Dicembre 2014 si è attestata a – €33,6 mln rispetto ai -€30,9 mln del 31 dicembre 2013. Sull'andamento di questo aggregato nell'esercizio 2014 hanno inciso principalmente:
(i) i flussi positivi di cassa generati dall'attività operativa dopo le variazioni del capitale circolante netto, per €7,8 mln (€8,6 mln nel 2013);
(ii) l'attività di investimento per complessivi -€6,4 mln (erano -€10,6 mln nel pari periodo 2013). Gli esborsi per investimenti hanno in particolare riguardato sia attività immateriali per €3,8 mln vs €4,3 mln nel pari periodo del 2013 (per la maggior parte finalizzate allo sviluppo interno delle piattaforme tecnologiche proprietarie), sia investimenti materiali in tecnologia per €2,6 mln, in consistente riduzione rispetto ai €6,3 mln del precedente esercizio quando incideva in maniera significativa l'investimento per il data center in UK;
(iii) per la parte residuale, sia l'assorbimento di cassa per l'attività finanziaria e fiscale pari a -€3,9 mln (-€3,8 mln nel 2013), che gli oneri non ricorrenti per -€0,2 mln. La Posizione Finanziaria Netta complessiva al 31 Dicembre 2014 risulta composta da indebitamento finanziario corrente per €18,2 mln, mutui ed altri finanziamenti a M/L termine per €16,8 mln e da conti correnti attivi per complessivi €1,4 mln.

EVOLUZIONE DEL BUSINESS NEL CORSO DELL'ESERCIZIO 2014
Il 2014 è stato caratterizzato da un contesto di sostanziale debolezza del mercato D&H nei principali mercati europei in cui è presente il Gruppo, principalmente imputabile a due fattori:
- da una parte, un trend di generale rallentamento nella domanda di nuove registrazioni di domini ed acquisizione di nuovi clienti, particolarmente marcato in Francia ed in Spagna ed in misura minore negli altri Paesi, a causa della crisi economica;
- dall'altra, un costante aumento della competitività, anche a seguito dell'ingresso di importanti player internazionali, che si è manifestata sia attraverso una maggiore concorrenza sui prezzi di vendita sia nella conduzione di campagne commerciali molto più aggressive rispetto al passato;

In questo ambito la divisione Domain & Hosting ha comunque confermato il proprio ruolo di player di riferimento a livello europeo nel settore dei servizi professionali per la registrazione di nomi a dominio (dove ha assunto una posizione di leadership nei nuovi domini in alcuni paesi) e di hosting, dei server virtuali e dedicati e di soluzioni cloud based, per la creazione, la gestione e la visibilità di siti web e di e-commerce rivolti alle PMI europee, nonché nei servizi per la protezione del brand in Rete.

La Divisione alla fine dell'esercizio 2014 contava oltre 520 mila aziende clienti per più di 1,7 mln di domini gestiti complessivamente tra Italia, Spagna, Regno Unito e Irlanda, Francia, Portogallo e Olanda rispettivamente attraverso i marchi Register.it, Nominalia, Namesco, PoundHost, Register365 e Amen.

Si segnalano alcune importanti novità avviate nel periodo in esame, tra le quali:
- il successo dei nuovi gTLDs (Generic Top Level Domains – domini generici di primo livello), introdotti sul mercato dal mese di febbraio, per i quali DADA gestisce richieste di pre-registrazione e registrazione in costante crescita. Attraverso tutti gli store del Gruppo sono state effettuate ad oggi complessivamente oltre 17.000 registrazioni e le principali richieste hanno sinora riguardato il .bio (per il quale Register.it ha vinto il premio come registrar italiano del 2014), il .email ed il .photography. Al momento, sono circa 300 le nuove estensioni registrabili, per un mercato globale di oltre 4 mln di nuovi domini registrati;
- con il primario e costante obiettivo di migliorare la qualità del servizio offerto al cliente, il potenziamento dele attività di customer care in tutti i paesi con l'introduzione delle live chat attive su tutti i siti web, che si vanno ad affiancare all'assistenza telefonica introdotta in Italia nei mesi scorsi e a un servizio di consulenza per la realizzazione e gestione del proprio sito mediante l'utilizzo di contenuti e design studiati ad hoc;
- l'ampliamento ulteriore della gamma di server virtuali per garantire a ciascuna tipologia di cliente di poter gestire i propri siti web su un server completamente virtualizzato e con performance elevate, ora anche a prezzi estremamente vantaggiosi;

Da Luglio i clienti di DADA hanno inoltre a disposizione la gamma completa delle soluzioni di Microsoft Office 365, Office Online, Mobile & iPad Apps, Exchange Email, SharePoint e Lync Online.

Nonostante i già citati effetti della modifica a livello globale delle policy di Google, la divisione Performance Advertising ha continuato a rappresentare un player di rilievo nel business dell'online Advertising e ad operare a livello internazionale su prodotti di sviluppo di portali verticali tra cui superEva, dedicato agli annunci di lavoro, che ad oggi conta circa 300 mila iscritti ai propri servizi. L'obiettivo di tali iniziative, infatti, è da un lato quello di accedere a nuove fonti di traffico, organico o di terzi, per ridurre per quanto possibile la dipendenza da Google, dall'altro quello di preservare la marginalità operativa del business.

BILANCIO DI ESERCIZIO 2014 DELLA CAPOGRUPPO La capogruppo DADA S.p.A. ha chiuso l'esercizio 2014 con un fatturato di €5,3 mln in lieve crescita rispetto alla chiusura dell'esercizio precedente (€5,1 mln). Si ricorda che l'attività della Capogruppo è prevalentemente focalizzata sulla prestazione di servizi Corporate alle società del Gruppo. Il Margine Operativo Lordo è stato pari a -€0,2 mln (vs -€0,9 mln nel precedente esercizio) mentre il Risultato Operativo è stato di -€0,7 mln (rispetto ai -€1,9 mln al 31 dicembre 2013). Il Risultato netto è stato pari a -€1,3 mln (vs -€2,1 mln al 31 dicembre 2013). La Posizione Finanziaria Netta a breve al 31 dicembre 2014 è positiva per €3,6 mln verso una posizione di €8,2 mln registrata al 31 dicembre 2013, mentre quella complessiva, che include i debiti finanziari di durata oltre l'esercizio successivo, è pari a €2,9 mln (vs €8,2 mln al 31 dicembre 2013).

LINEE GUIDA STRATEGICHE A LIVELLO DI GRUPPO E PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELL'ATTIVITA' LINEE GUIDA STRATEGICHE A LIVELLO DI SINGOLO SETTORE DI ATTIVITA'
Per la divisione Domain & Hosting le linee guida strategiche sono state così individuate:

- focalizzazione sul segmento di clientela business (SME, Soho, Corporate) nonché sul canale dei rivenditori premium (Corporate reseller);
- rafforzamento dell'offerta in ambito Hosting e prodotti a valore aggiunto connessi (Web site builder, E-commerce evoluto, App, Security, etc.);
- aggiornamento della value proposition sull'intera gamma dei prodotti Email e Social collaboration, con focus particolare su soluzioni Open Exchange e Microsoft Office 365; - sviluppo di un'offerta di server virtuali e dedicati, anche in modalità fully managed, facendo leva sugli investimenti già effettuati sul Data Center proprietario;
- ulteriore ampliamento dell'App store in ottica one stop shop con nuove soluzioni per incrementare la presenza online e la produttività della clientela business (Adv campaign management, Mobile app builder, Online trademark registration, etc);
- miglioramento della qualità delle attività di assistenza on e off-line ai clienti, con l'obiettivo di garantire sempre un eccellente servizio pre e post vendita e al fine di incrementare ulteriormente i tassi di retention e l'ARPU;
- completamento degli investimenti per l'integrazione delle piattaforme tecnologiche a livello europeo per garantire i migliori livelli di servizio di tutti gli store del Gruppo.


Sulla base dell'andamento di mercato e delle indicazioni strategiche delineate, e in assenza di eventi al momento non prevedibili, è ragionevole attendersi che la divisione nell'arco dei prossimo triennio possa conseguire una crescita media annua dei ricavi "mid single digit" (a pari perimetro ed al netto del contributo negativo del prodotto Simply) con una crescita più sostenuta nella seconda parte del triennio ed un incremento più che proporzionale della redditività operativa, grazie anche al progressivo miglioramento dell'efficienza della struttura ed all'ulteriore ottimizzazione di tutti i costi operativi. La divisione Performance Advertising oltre a fronteggiare un contesto di mercato estremamente volatile, si concentrerà sullo sviluppo dei nuovi portali lanciati nel mondo Classified, in particolare in ambito automotive, shopping e travel. In considerazione delle già illustrate modifiche avvenute nel network di Google, non è allo stato attuale possibile escludere ulteriori interventi a livello globale e quindi stimarne l'impatto nel medio/lungo periodo.

LINEE GUIDA STRATEGICHE A LIVELLO DI GRUPPO
Alla luce della già annunciata volontà di focalizzare sempre di più DADA sul core business del Domain & Hosting e sulle attività a maggiore marginalità prospettica, è stata valutata positivamente l'ipotesi di una maggiore razionalizzazione del portafoglio di offerta complessivo, che possa realizzarsi anche tramite una revisione del perimetro societario di Gruppo. In tale contesto sono state avviate alcune iniziative tese a verificare l'opportunità di valorizzare taluni asset legati al settore Advertising ritenuti non in linea con la core strategy di DADA, per i quali sono attualmente in corso approfondimenti svolti anche con il supporto di primari Advisor e riguardanti in particolare la società MOQU e il ramo d'azienda denominato ProADV/Simply. La Società comunicherà al mercato eventuali futuri aggiornamenti al riguardo.

CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI
Il Consiglio di Amministrazione, anche tenuto conto della scadenza degli organi sociali con l'approvazione del Bilancio relativo all'Esercizio 2014, ha inoltre provveduto a convocare l'Assemblea degli Azionisti, in sede Ordinaria ed individuandone l'ordine del giorno, per il 28 e 29 aprile 2015 ore 15:00, rispettivamente in prima e, occorrendo, seconda convocazione, presso la sede della Società in Firenze, Viale della Giovine Italia 17, per:
- l'approvazione del Bilancio Civilistico di DADA S.p.A. relativo all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2014: in merito al risultato di esercizio, il Consiglio di Amministrazione ha proposto di riportare a nuovo la perdita di esercizio pari ad €1.305.014;
- il rinnovo del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale della Società. A tal proposito ha invitato gli Azionisti a presentare le relative liste nelle modalità e forme previste da legge e Statuto sociale, raccomandando la nomina di un congruo numero di Amministratori indipendenti e il rispetto della normativa di genere;
- l'esame della Politica in materia di remunerazioni ai sensi dell'art. 123-ter del D.Lgs. 58/98;
- la richiesta di rinnovo, previa revoca di quella in essere, dell'autorizzazione all'acquisto ed alla disposizione di azioni proprie entro 18 mesi dalla data della autorizzazione e relative disposizioni di attuazione.

Tale autorizzazione, relativa ad un numero massimo di azioni il cui valore nominale non ecceda la decima parte del capitale sociale, risponde al fine di dotare la Società di uno strumento di flessibilità strategica ed operativa che le permetta, tra l'altro, di poter disporre delle azioni proprie acquisite e di porre in essere eventuali operazioni quali compravendita, permuta, conferimento, anche ai fini dell'acquisizione di partecipazioni.

Secondo la proposta del Consiglio, il prezzo di acquisto delle azioni proprie non potrà essere inferiore al 20% e non superiore del 10% rispetto al prezzo di riferimento registrato nel giorno di borsa precedente ogni singolo acquisto e le operazioni di acquisto di azioni proprie saranno effettuate nel rispetto della legge sui mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A., secondo modalità operative stabilite da quest'ultima che non consentano l'abbinamento diretto delle proposte di negoziazione in acquisto con predeterminate proposte di negoziazione in vendita. La Società non ha al momento azioni proprie in portafoglio. L'avviso di convocazione dell'Assemblea e la documentazione relativa agli argomenti posti all'ordine del giorno saranno messi a disposizione del pubblico nei termini e con le modalità previste dalla normativa vigente. Gli Azionisti potranno prendere visione ed ottenere copia della predetta documentazione, che sarà resa disponibile, nei termini di legge, anche sul sito della Società.