Crisi: Caritas, su poverta' misure insufficienti

(AGI) - Roma, 11 lug. - Le politiche economiche e sociali chesono state varate durante il periodo della crisi non hanno datouna risposta ai poveri che in Italia sono raddoppiati in cinqueanni, passando da 2,4 milioni del 2007 a 4,8 del 2012. Loafferma Caritas italiana presentando il primo Rapporto sulbilancio della crisi che sottolinea come continui a mancare nelnostro Paese una misura nazionale contro la poverta' assoluta.La Caritas nel Rapporto presenta un'articolata analisi di cio'che e' avvenuto durante gli ultimi anni nel campo dellepolitiche contro la poverta' in Italia analizzando le

Crisi: Caritas, su poverta' misure insufficienti
(AGI) - Roma, 11 lug. - Le politiche economiche e sociali chesono state varate durante il periodo della crisi non hanno datouna risposta ai poveri che in Italia sono raddoppiati in cinqueanni, passando da 2,4 milioni del 2007 a 4,8 del 2012. Loafferma Caritas italiana presentando il primo Rapporto sulbilancio della crisi che sottolinea come continui a mancare nelnostro Paese una misura nazionale contro la poverta' assoluta.La Caritas nel Rapporto presenta un'articolata analisi di cio'che e' avvenuto durante gli ultimi anni nel campo dellepolitiche contro la poverta' in Italia analizzando le politichedei governi che hanno operato negli anni della crisi. "Dall'inizio della crisi - afferma la Caritas - fino allaconclusione del governo Monti l'unica risposta effettivamentemessa in campo e' stata la Carta acquisti" introdotta nel 2008dal governo Berlusconi anche se "da sola non poteva incideresostanzialmente sulla condizione economica delle famiglie inpoverta'". "Uno sforzo limitato" sono stati gli interventi poidel governo Letta che "non ha aiutato le famiglie in poverta'ma non ne ha neppure peggiorato le condizioni". Infine il bonusdi Renzi "ha avuto un qualche effetto sulla poverta' ma diportata assai ridotta". Inoltre per la Caritas, per quantoriguarda i servizi, ha evidenziato che la crisi ha fatto si'che le politiche sociali siano state "vittime di un ulterioreindebolimento". La spesa dei comuni dal 2010 al 2012 e' calatadel 6%: "tagli che hanno colpito un settore gia'sottofinanziato" conclude il Rapporto Caritas. (AGI).