Consorso presidi: depositato il ricorso del Miur al Consiglio di Stato

Bernini (Forza Italia). "Un vizio di forma, su cui il ministero non avrebbe vigilato adeguatamente, che finisce per penalizzare chi ha superato le prove"

concorso presidi ricorso miur
Agf
Anna Maria Bernini

Il Miur ha proposto appello al Consiglio di Stato contro le sentenze del Tar con le quali è stato annullato il concorso per dirigenti scolastici. Con gli appelli è stata anche chiesta la sospensione con urgenza dell'efficacia esecutiva delle sentenze.

"L'annullamento della prova scritta del concorso per i presidi da parte del Tar del Lazio rischia di provocare un autentico disastro, perché duemila scuole rischierebbero di restare senza dirigenti scolastici". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia, che aggiunge: "Un vizio di forma, su cui il ministero non avrebbe vigilato adeguatamente, che finisce per penalizzare chi ha superato le prove e che ora si trova a dover affrontare senza alcuna colpa un lungo iter giudiziario o la ripetizione del concorso. Ma oggi si scopre che la decisione del Tar potrebbe essere infondata, perché nel verbale della riunione plenaria sotto accusa non risulterebbero le firme dei tre commissari ritenuti in situazione di incompatibilità. Sarebbe davvero il colmo: chiediamo dunque al ministro di fare subito chiarezza su questa vicenda che sta mettendo a repentaglio l'inizio regolare del prossimo anno scolastico".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it