Concordia: S. Giorgio, riconoscimento validita' nostro progetto

(AGI) - Genova, 30 giu. - "La decisione odierna del Consigliodei ministri testimonia la validita' del progetto dismaltimento e riciclo della Concordia presentato da San Giorgiodel Porto e Saipem e, con essa, l'esperienza e il know how chele nostre maestranze sono in grado di mettere in campo in unlavoro che non ha precedenti nel nostro Paese e che posizionaGenova quale punto di riferimento nazionale per questatipologia di intervento". Cosi', in una nota, i cantieri SanGiorgio del Porto circa la decisione del Consiglio dei ministrisul trasferimento del relitto della Costa Concordia a

Concordia: S. Giorgio, riconoscimento validita' nostro progetto
(AGI) - Genova, 30 giu. - "La decisione odierna del Consigliodei ministri testimonia la validita' del progetto dismaltimento e riciclo della Concordia presentato da San Giorgiodel Porto e Saipem e, con essa, l'esperienza e il know how chele nostre maestranze sono in grado di mettere in campo in unlavoro che non ha precedenti nel nostro Paese e che posizionaGenova quale punto di riferimento nazionale per questatipologia di intervento". Cosi', in una nota, i cantieri SanGiorgio del Porto circa la decisione del Consiglio dei ministrisul trasferimento del relitto della Costa Concordia a Genovaper il suo smaltimento e riciclo. "In questi mesi di dibattitoe di attesa - prosegue la nota dei cantieri genovesi - datecnici non abbiamo mai voluto prendere parte al dibattito, ne'direttamente, ne' indirettamente. Siamo consapevoli dipossedere tutte le caratteristiche necessarie, sia dal punto divista tecnico - infrastrutturale sia normativo, per gestireun'operazione che, per sua natura, richiede elevate competenzee forte attenzione agli aspetti legati alla sicurezza deilavoratori e alla protezione dell'ambiente. L'acquisizione diquesta commessa, inoltre, avra' importanti ricadute economichesulle numerose aziende dell'indotto che saranno impegnate neilavori, valorizzando la vocazione cantieristica della citta' diGenova e - conclude la nota - le eccellenze territoriali cheoperano nel comparto". (AGI)