È stato arrestato l'uomo che ha circonciso il bimbo nigeriano morto a Monterotondo

È stato arrestato l'uomo che ha circonciso il bimbo nigeriano morto a Monterotondo

È stato arrestato da agenti della Polizia di Stato su disposizione della procura di Tivoli per i reati di omicidio preterintenzionale, lesioni gravissime ed esercizio abusivo della professione medica l'uomo ritenuto responsabile degli interventi di circoncisione su due gemellini nigeriani a Monterotondo, uno dei quali è morto mentre l'altro è ricoverato per le gravi ferite. A quanto si apprende si tratta di un 66enne cittadino statunitense di origine libiche. L'autopsia accerterà le cause della morte del bimbo.

Nella mattinata a Monterotondo un bimbo di due anni è morto a seguito di un'intervento di circoncisione rituale. Il fratellino gemello, anch'esso sottoposto all'intervento, è tutt'ora grave ed è ricoverato al Sant'Andrea. Il dramma si è compiuto in una famiglia che si era rivolta a un presunto medico. Secondo una prima ricostruzione la pratica è stata eseguita prima su un bimbo e poi sull'altro. Quando le condizioni dei due sono apparse gravi e' scattato l'allarme ed è stato allertato il 118. Per uno dei bimbi non c'era più niente da fare: aveva già perso molto sangue. 

 


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.