Dalla caccia al killer di Istanbul al blocco auto a Roma, gli appuntamenti del 3 gennaio

Dalla caccia al killer di Istanbul al blocco auto a Roma, gli appuntamenti del 3 gennaio
blocco auto killer reina nighe club 
  • Caccia al killer di Istanbul

​Dopo la rivendicazione dell'Isis prosegue la ricerca dell'autore del massacro di Istanbul durante la notte di san Silvestro. La polizia ha diffuso la prima foto del killer del night club Reina. Potrebbe essere un 25enne originario dello Xinjiang.

  • A Roma si fermano le auto più inquinanti

L'aria della Capitale rimane inquinata a causa di alte concentrazioni di Pm10. La sindaca Virginia Raggi ha firmato un'ordinanza che dispone il blocco dei veicoli più inquinanti per martedì 3 gennaio e mercoledì 4 gennaio 2017. Le auto non possono circolare all'interno della Fascia Verde, dalle 7.30 alle 20.30. Il divieto è per i ciclomotori e motoveicoli "pre-euro 1" ed "euro 1", a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi e per gli autoveicoli alimentati a benzina   "euro 2". 

  • In arrivo neve e freddo polare

 Da oggi una prima perturbazione porta pioggia e rovesci sparsi al centrosud e da mercoledì 4 gennaio è prevista neve sulle Alpi anche a quote basse. Entro la befana un'intensa ondata di freddo è in arrivo dalla Russia e interesserà tutta l'Italia. Possibilità di neve in città come Pescara, Termoli, Foggia, Bari, Lecce, Matera, Cosenza, Crotone, Benevento, qualche fiocco non escluso anche a Napoli, Reggio Calabria, Messina. 

 

  • M5S: è il giorno del voto sul codice di comportamento. ​Il Movimento 5 Stelle ha messo a punto un codice di comportamento per i suoi amministratori coinvolti in vicende giudiziarie. Pubblicato sul sito il 2 gennaio viene votato oggi dagli iscritti. Il codice prevede una serie di paletti che miscelano garantismo e giustizialismo, affidando a Beppe Grillo e alla sua squadra il compito di decidere le sorti deglòi appartenenti al Movimento che finiscono sotto indagine o ricevono una condanna.

 

  • In Siria la tregua vacilla. L'esercito avanza in un'area vicino a Damasco vitale per i rifornimenti idrici.