Censis: nel 2012-2013 solo 54% Comuni con servizi per l'infanzia

(AGI) - Roma, 5 dic. - Nel 2012-2013 solo il 54,6% dei Comuniitaliani ha attivato servizi per l'infanzia, arrivando acoprire appena il 13,5% dei potenziali utenti. E' quanto emergedal Rapporto annuale del Censis sulla situazione sociale delPaese, che ricorda come gia' nel 2002 l'Unione europea sulfronte dei servizi prescolari abbia individuato come obiettivila copertura del 33% dei bambini sotto i 3 anni e del 90% perquelli dai 3 anni all'eta' d'ingresso nel ciclo primario. Innessuna regione si raggiunge l'obiettivo comunitario e si vadal 27,3% dell'Emilia Romagna al 2,1% della Calabria. Il

(AGI) - Roma, 5 dic. - Nel 2012-2013 solo il 54,6% dei Comuniitaliani ha attivato servizi per l'infanzia, arrivando acoprire appena il 13,5% dei potenziali utenti. E' quanto emergedal Rapporto annuale del Censis sulla situazione sociale delPaese, che ricorda come gia' nel 2002 l'Unione europea sulfronte dei servizi prescolari abbia individuato come obiettivila copertura del 33% dei bambini sotto i 3 anni e del 90% perquelli dai 3 anni all'eta' d'ingresso nel ciclo primario. Innessuna regione si raggiunge l'obiettivo comunitario e si vadal 27,3% dell'Emilia Romagna al 2,1% della Calabria. Il numerodi posti disponibili nelle scuole dell'infanzia, statali,comunali e paritarie, e' invece sufficiente a coprire ladomanda, coinvolgendo ormai quasi la totalita' degli aventidiritto, ma non senza criticita'. I primi risultati diun'indagine Censis sull'offerta prescolare su 1.200 dirigentidi scuola dell'infanzia statale e non statale mostrano che nel2013-2014, se il 56,6% delle scuole intervistate non ha dovutopredisporre liste d'attesa, piu' di una su tre ha avuto listed'attesa, comunque via via assorbite dalla scuola (25,5%) oanche da altri istituti (7,4%). Vi e' poi il 10,1% di dirigentiche dichiara di non essere riuscito in ogni caso a risponderealla domanda espressa dal territorio di riferimento, valore chesale al 16,2% nelle regioni del Nord-Ovest. (AGI).