Cattolica: sottoscritto il 99,52% dell'aumento di capitale, inoptato offerto dal primo dicembre

Cattolica Assicurazioni comunica che in data 27 novembre 2014 si è conclusa l'offerta in opzione, agli azionisti, delle massime n. 117.500.880 azioni ordinarie Cattolica di nuova emissione (le "Nuove Azioni"). Durante il periodo d'opzione, iniziato il 10 novembre 2014 e conclusosi ieri, sono stati esercitati n. 55.684.220 diritti di opzione per la sottoscrizione di n. 116.936.862 Nuove Azioni, corrispondenti al 99,52% del totale delle Nuove Azioni offerte, per un controvalore complessivo di Euro 496.981.663,50.

Al termine del Periodo di Offerta risultano non esercitati n. 268.580 diritti di opzione, che danno diritto alla sottoscrizione di n. 564.018 Nuove Azioni, per un controvalore complessivo di Euro 2.397.076,50. I diritti di opzione non esercitati (i "Diritti Inoptati") saranno offerti in Borsa da Cattolica, ai sensi dell'articolo 2441, terzo comma, del codice civile, per il tramite di Banca IMI S.p.A., nelle sedute dell'1, 2, 3, 4 e 5 dicembre 2014, salvo chiusura anticipata (l'"Offerta in Borsa").

Nel corso della prima seduta sarà offerto l'intero quantitativo dei Diritti Inoptati; nelle sedute successive alla prima saranno offerti i Diritti Inoptati eventualmente non collocati nelle sedute precedenti.

I Diritti Inoptati potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle Nuove Azioni, al prezzo di Euro 4,25 per ogni Nuova Azione, sulla base del rapporto di n. 21 Nuove Azioni ogni n. 10 Diritti Inoptati acquistati nell'ambito dell'Offerta in Borsa.

L'esercizio dei Diritti Inoptati acquistati nell'ambito dell'Offerta in Borsa e, conseguentemente, la sottoscrizione delle Nuove Azioni dovranno essere effettuati, tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A., a pena di decadenza, entro e non oltre il 9 dicembre 2014, con pari valuta, salvo chiusura anticipata dell'Offerta in Borsa a seguito della vendita di tutti i Diritti Inoptati offerti nelle sedute dell'1 e del 2 dicembre 2014.

Nel caso di chiusura anticipata dell'Offerta in Borsa, l'esercizio dei Diritti Inoptati acquistati nell'ambito della stessa dovrà essere effettuato anticipatamente, a pena di decadenza, entro e non oltre il terzo giorno di Borsa aperta successivo a quello di comunicazione della chiusura anticipata e quindi:

- entro e non oltre il 4 dicembre 2014, con pari valuta, in caso di chiusura anticipata l'1 dicembre 2014;
- entro e non oltre il 5 dicembre 2014, con pari valuta, in caso di chiusura anticipata il 2 dicembre 2014.

Rimane in ogni caso inteso che qualora i Diritti Inoptati offerti non venissero integralmente venduti nelle prime due sedute di Borsa sopra indicate (1 e 2 dicembre 2014), il termine ultimo per la sottoscrizione delle Nuove Azioni è confermato il 9 dicembre 2014.

Le Nuove Azioni rivenienti dall'esercizio dei Diritti Inoptati saranno accreditate sui conti degli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. al termine della giornata contabile dell'ultimo giorno di esercizio dei Diritti Inoptati e saranno pertanto disponibili dal giorno di liquidazione successivo.

L'offerta è assistita da un consorzio di garanzia composto da Banca IMI S.p.A. in qualità di Global Coordinator e Joint Bookrunner, Mediobanca - Banca di Credito Finanziario S.p.A. in qualità di Co-Global Coordinator e Joint Bookrunner; Banca Aletti & C. S.p.A., BNP PARIBAS, Nomura International plc , Société Générale, UniCredit Bank, Milan Branch, Crédit Agricole Corporate & Investment Banking in qualità di Joint Bookrunners e BANCA AKROS S.p.A. - Gruppo Bipiemme Banca Popolare di Milano, UBI Banca - Unione delle Banche Italiane S.C.p.A. e Intermonte SIM S.p.A. in qualità di Co-Lead Managers.
(GD)