Caserta, Gdf sequestra oltre 17 mln euro di banconote false

(AGI) - Roma, 24 set. - I finanzieri della Compagnia diMarcianise (Caserta) hanno sequestrato oltre 17 milioni di eurofalsi, tutte banconote da 50 risultate di ottima fattura epronte per essere illecitamente immesse sul mercato: i soldierano stipati su un furgone, occultati da un carico dicopertura costituito da materiale di cancelleria. In carcere, aSanta Maria Capua Vetere, e' finito un soggetto di originicampane, senza precedenti di polizia, accusato di"falsificazione di moneta, spendita e introduzione nello Statodi monete falsificate". I militari, gia' insospettiti da alcunestrane manovre dell'uomo che si aggirava all'interno del

(AGI) - Roma, 24 set. - I finanzieri della Compagnia diMarcianise (Caserta) hanno sequestrato oltre 17 milioni di eurofalsi, tutte banconote da 50 risultate di ottima fattura epronte per essere illecitamente immesse sul mercato: i soldierano stipati su un furgone, occultati da un carico dicopertura costituito da materiale di cancelleria. In carcere, aSanta Maria Capua Vetere, e' finito un soggetto di originicampane, senza precedenti di polizia, accusato di"falsificazione di moneta, spendita e introduzione nello Statodi monete falsificate". I militari, gia' insospettiti da alcunestrane manovre dell'uomo che si aggirava all'interno delparcheggio di un noto centro commerciale di Marcianise allaguida di un furgone, lo hanno poi notato mentre, con faresospetto, trasbordava freneticamente sul proprio automezzo deicontenitori da un veicolo di una societa' di spedizionioperante sul territorio nazionale. Tali anomale circostanze edil fatto che lo scambio avvenisse in un area appartata delparcheggio del centro commerciale hanno spinto i finanzieri adintervenire e a procedere ad un controllo. Durante l'ispezionedel furgone, i militari sono rimasti increduli alla vistadell'enorme quantitativo di banconote rinvenute, confezionatein ben 15 colli. Secondo le Fiamme gialle, "le banconotesottoposte a sequestro riproducevano con ottima fattura leoriginali ed erano assolutamente idonee a trarre in inganno lageneralita' dei consumatori in virtu' della buona imitazionedella filigrana, del filo di sicurezza e degli ologrammi,circostanze che determinano la difficolta' di riconoscerne lafalsita'". L'operazione "ha impedito che la messa incircolazione delle banconote, destinate al mercato nazionale eprobabilmente a quello comunitario, determinasse effettinegativi sulle transazioni commerciali e, conseguentemente,sull'economia reale, evitando danni sia al sistemamacroeconomico sia ai singoli consumatori". Le indaginiproseguono per cercare di risalire ai canali attraverso i qualii 50 euro 'taroccati' sarebbero stati immessi in circolazione. .