Carceri, Strasburgo condanna l'Italia

(AGI) - Bruxelles - La Corte europea per i dirittidell'uomo ha condannato l'Italia a risarcire 20 mila euro (15mila per danni  [...]

(AGI) - Bruxelles, 1 lug. - La Corte europea per i dirittidell'uomo ha condannato l'Italia a risarcire 20 mila euro (15mila per danni morali e 5 mila per spese legali) a ValentinoSaba, che fu detenuto nel carcere di Sassari nel 2000 esottoposto a violenze da parte degli agenti di custodia. Inseguito alle sue denunce, 12 persone sono state condannate nel2009 ma "a causa della lentezza dell'iter giudiziario", comesottolineato nel ricorso di Saba alla Corte di Strasburgo, iresponsabili di questi trattamenti hanno beneficiato dellaprescrizione. "Mi sorprende, a 14 anni dai fatti, la condanna dell'Italiada parte della Corte europea dei diritti umani su quel cheavvenne nel carcere San Sebastiano di Sassari nell'aprile del2000. A Sassari non ci fu nessuna 'spedizione punitiva' controi detenuti ma si tenne una necessaria operazione di servizioper ristabilire l'ordine in carcere a seguito di una diffusaprotesta dei ristretti, operazione di servizio che vennecontrastata con violenza da alcuni dei detenuti", dichiaraDonato Capece, segretario generale del Sindacato AutonomoPolizia Penitenziaria Sappe commentando la condanna dell'Italiada parte della Corte europea per le violenze subite nel 2000 daun detenuto nel carcere San Sebastiano di Sassari. (AGI).