Cantone, troppi dubbi sulla Metro C. Ggli atti vanno Corte Conti

(AGI) - Roma, 3 lug. - L'Autorita' nazionale anticorruzione,guidata da Raffaele Cantone, ha deciso di inviare la suarelazione sulla Metro C di Roma alla procura della Corte deiConti. L'Anac, in particolare, in una delibera approvata dalConsiglio dell'Autorita', afferma di "ritenere l'operato dellaStazione appaltante", ossia Roma metropolitane, "non coerentecon i principi di trasparenza e di efficienza per aver messo agara un progetto di tale rilevanza in carenza di adeguateindagini preventive, per una parte molto estesa del tracciato,senza tener in debito conto i pareri espressi dallaSoprintendenza archeologica". L'Autorita', inoltre, rileva come"le

(AGI) - Roma, 3 lug. - L'Autorita' nazionale anticorruzione,guidata da Raffaele Cantone, ha deciso di inviare la suarelazione sulla Metro C di Roma alla procura della Corte deiConti. L'Anac, in particolare, in una delibera approvata dalConsiglio dell'Autorita', afferma di "ritenere l'operato dellaStazione appaltante", ossia Roma metropolitane, "non coerentecon i principi di trasparenza e di efficienza per aver messo agara un progetto di tale rilevanza in carenza di adeguateindagini preventive, per una parte molto estesa del tracciato,senza tener in debito conto i pareri espressi dallaSoprintendenza archeologica". L'Autorita', inoltre, rileva come"le modifiche introdotte in sede contrattuale appaiono avantaggio del Contraente generale", ossia il consorzio Metro C,"avendo comportato una riduzione degli oneri diprefinanziamento a carico dello stesso e una riprogrammazionedelle attivita', con anticipazione di opere apparentemente menocomplesse, di contro a una, di fatto, mancata accelerazionedelle attivita' di competenza di Metro C. L'Anticorruzione,inoltre, richiama "i soggetti coinvolti ad assumere ponderatedecisioni circa il prosieguo dell'opera, atteso che, per latratta T2 (quella Clodio/Mazzini - Venezia, ndr), allo stato difatto sono ancora concretamente da valutare tempi e costi diesecuzione nonche' la stessa possibilita' di realizzazione".(AGI).