Camorra: preso latitante, era killer omicidio prima faida Scampia

(AGI) - Napoli, 22 set. - Era uno dei killer di uno dei gruppidi fuoco che hanno partecipato al duplice omicidio di FulvioMontanino e Claudio Salierno, l'agguato che il 28 ottobre 2004dette il via alla prima faida di Scampia, quella che segno' larottura tra il gruppo di Cesare Amato e Raffaele Pagano e ilclan di Paolo Di Lauro. Fedelissimo del boss Gennaro Marino,detto MacKay, Antonio Della Corte, da spacciatore ha fatto il'salto di qualita'' a sicario, rimanendo anche nella secondafaida, quella avviata nel 2012, al fianco del suo boss. Ma eraricercato

(AGI) - Napoli, 22 set. - Era uno dei killer di uno dei gruppidi fuoco che hanno partecipato al duplice omicidio di FulvioMontanino e Claudio Salierno, l'agguato che il 28 ottobre 2004dette il via alla prima faida di Scampia, quella che segno' larottura tra il gruppo di Cesare Amato e Raffaele Pagano e ilclan di Paolo Di Lauro. Fedelissimo del boss Gennaro Marino,detto MacKay, Antonio Della Corte, da spacciatore ha fatto il'salto di qualita'' a sicario, rimanendo anche nella secondafaida, quella avviata nel 2012, al fianco del suo boss. Ma eraricercato proprio per quell'agguato dal luglio 2013, e ieri gliuomini del commissariato di Scampia diretti da CristianoTatarelli lo hanno bloccato e arrestato. Della Corte era da solo in un appartamento del rione Inses,in via Monterosa, cuore di Scampia. L'abitazione eravideosorvegliata e il latitante ha potuto rendersi conto,grazie alle telecamere, che era scattato il blitz di polizia eha tentato di fuggire inutilmente da una finestra. Eradisarmato il pluripregiudicato, e non ha opposto resistenza.L'uomo e' stato rintracciato con una indagine con metoditradizionali, che prosegue anche perche' l'appartamento in cuisi era rifugiato e' intestato a un professionista incensurato einsospettabile. Resta da capire, quindi, se questi fosse alcorrente dell'identita' dell'inquilino o se il 'covo' sia statopreso in affitto da una terza persona. (AGI) .