Caltagirone Editore: rosso di 37,2 milioni di euro nel 2014

Il Consiglio di Amministrazione della Caltagirone Editore,presieduto dal Cav. Lav. Francesco Gaetano Caltagirone, haesaminato e approvato il progetto di bilancio relativoall'esercizio chiuso al 31 dicembre 2014. - Ricavi a 170,1milioni di euro (181,5 milioni di euro nel 2013) - Margineoperativo lordo positivo per 76 mila euro (negativo per 1,2milioni di euro nel 2013) - Risultato netto di gruppo negativoper 37,2 milioni di euro dopo la svalutazione di attivita'immateriali a vita indefinita per 25,5 milioni di euro eammortamenti e accantonamenti per complessivi 11,3 milioni dieuro (negativo per 75,4 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione della Caltagirone Editore, presieduto dal Cav. Lav. Francesco Gaetano Caltagirone, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio relativo all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2014.

- Ricavi a 170,1 milioni di euro (181,5 milioni di euro nel 2013)
- Margine operativo lordo positivo per 76 mila euro (negativo per 1,2 milioni di euro nel 2013)
- Risultato netto di gruppo negativo per 37,2 milioni di euro dopo la svalutazione di attività immateriali a vita indefinita per 25,5 milioni di euro e ammortamenti e accantonamenti per complessivi 11,3 milioni di euro (negativo per 75,4 milioni di euro nel 2013 dopo la svalutazione di attività immateriali, ammortamenti e accantonamenti per 81,4 milioni di euro)
- Il 2014 ha visto il consolidamento delle attività digitali del Gruppo che è ormai il terzo operatore di informazione digitale italiano. "Total Audience" (PC + Mobile) dei siti web del network Caltagirone Editore a novembre 2014 pari a 1,14 milioni di utenti unici giornalieri. Raccolta pubblicitaria sui siti internet +46,3% rispetto al 2013; superato il 10% dell'intero fatturato pubblicitario.

La Posizione finanziaria netta è diminuita di 11,3 milioni di euro rispetto al dato al 31 dicembre 2013 (137,4 milioni di euro) per effetto principalmente del fabbisogno finanziario legato ai piani di riorganizzazione aziendale posti in essere in precedenti esercizi ed al pagamento di poste straordinarie di natura fiscale.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all'Assemblea di non procedere alla distribuzione di alcun dividendo.