Caccia: stagione venatoria 2014, per l'Italia e' tempo d'Europa

(AGI) - Roma, 20 set. - E' tempo di dialogo tra cacciatori eambientalisti. Mentre in Italia il Parlamento ha recentementeapprovato la normativa che armonizza la legislazione italianaal quadro europeo, a Bruxelles la Federazione Europea per laCaccia e la Conservazione fa il bilancio insieme al mondoambientalista dei 35 anni della Direttiva europea per laconservazione degli uccelli selvatici, entrata in vigore nel1979. La misura legislativa, approvata dal Parlamento italianolo scorso luglio, sara' operativa con uno specifico decreto eintende risolvere definitivamente una procedura d'infrazionenell'applicazione della Direttiva Uccelli aperta dallaCommissione europea in materia

(AGI) - Roma, 20 set. - E' tempo di dialogo tra cacciatori eambientalisti. Mentre in Italia il Parlamento ha recentementeapprovato la normativa che armonizza la legislazione italianaal quadro europeo, a Bruxelles la Federazione Europea per laCaccia e la Conservazione fa il bilancio insieme al mondoambientalista dei 35 anni della Direttiva europea per laconservazione degli uccelli selvatici, entrata in vigore nel1979. La misura legislativa, approvata dal Parlamento italianolo scorso luglio, sara' operativa con uno specifico decreto eintende risolvere definitivamente una procedura d'infrazionenell'applicazione della Direttiva Uccelli aperta dallaCommissione europea in materia venatoria nei confronti delnostro paese. La positiva novita' consente all'Italia dipresentarsi con le carte in regola a Bruxelles il 23 settembre,alla Conferenza organizzata dalla Face in collaborazione con laCommissione europea, dg Ambiente e che sara' inaugurata dalCommissario all'Ambiente Janez Potocnik. Il tema dellaconferenza e' "Nuove prospettive per la Direttiva Uccelli e ilruolo positivo della caccia". Oltre ai dirigenti di Faceinterverranno rappresentanti ufficiali di BirdlifeInternational dell'Iucn e di alcuni ministeri in rappresentanzadi alcuni stati europei. Al convegno hanno dato ladisponibilita' a partecipare diversi europarlamentari neoelettianche italiani. A 35 anni dalla sua entrata in vigore, laDirettiva Uccelli e' ancora causa di divergenze nella suaapplicazione. La conferenza - destinata in particolare afunzionari e amministratori pubblici impegnati nella gestionedella fauna selvatica - ambisce a fare un bilancio su 35 annidi applicazione della direttiva interloquendo direttamente conla Commissione europea. La conferenza mettera' in evidenza ilruolo positivo della caccia per la conservazione dell'avifauna.La premessa per una nuova visione della Direttiva Uccelli partedal riconoscimento del ruolo positivo dei cacciatori. Nellastessa occasione saranno rimarcati i 10 anni dell'accordo traBirdLife International e Face sottoscritto nel 2004, chesancisce l'intesa tra le due organizzazioni a favore dellacaccia sostenibile nell'ambito della Direttiva Uccelli. Ilprogramma della conferenza e' su www.face.eu. (AGI) Red/Gav.