Bufera sul presidente del'Expo. Bracco indagata per evasione

(AGI) - Milano - Bufera sul presidente dell'Expo,Diana Bracco, che secondo la Procura di Milano avrebbe evaso ilfisco denunciando come societarie  

(AGI) - Milano, 29 mag. - Bufera sul presidente dell'Expo,Diana Bracco, che secondo la Procura di Milano avrebbe evaso ilfisco denunciando come societarie spese che in realta' eranopersonali. Nell'ambito dell'indagine i finanzieri del Nucleo dipolizia tributaria di Milano hanno sequestrato oltre un milionedi ero, corrispondente all'importo totale dell'imposta evasautilizzando fatture insistenti. Fonti giudiziarie precisano chela societa' Expo 2015, di cui Bracco e' presidente, non e' inalcun modo coinvolta nell'inchiesta: e' indagata in qualita' dipresidente del cda delle societa' del suo gruppo. In sostanza,le indagini avrebbero fatto emergere che "fatture percomplessivi euro 3.064.435 confluiti nella contabilita' e nelledichiarazioni fiscali presentate dalle societa' del gruppoBracco per i periodi di imposta dal 2008 al 2013 - si legge inuna nota della Procura - erano riferite all'esecuzione diforniture o di prestazioni rese verso locali in uso allemedesime societa' ma effettivamente realizzate presso immobilie natanti di proprieta', ovvero nella disponibilita' dellasignora Diana Bracco e del defunto marito Roberto De Silva".L'avviso di chiusura delle indagini firmato dal procuratoreaggiunto Francesco Greco e dal pm Giordano Baggio e' statonotificato oltre che a Diana Bracco, "in qualita' di presidentedel cda e firmataria delle dichiarazioni della Bracco spa,Bracco Imaging spa e Spin spa", anche ad altri tre indagati:Pietro Mascherpa, "in qualita' di Presidente del cda efirmatario delle dichiarazioni della Bracco Real Estate srl";Marco Isidoro Pollastri, "in qualita' di contitolare dellostudio di progettazione Archilabo di Monza; Simona AdeleCalcinaghi, "in qualita' di contitolare dello studio diprogettazione Archilabo di Monza". (AGI).