Boom di cognomi cinesi tra neo imprenditori delle Marche

(AGI) - Pesaro, 20 set. - Si chiamano Rossi, Chen e Zhang inuovi imprenditori che, nel 2015, hanno avviato una nuovaattivita' nelle Marche. Lo rendono noto Cna e ConfartigianatoMarche, sulla base di un'elaborazione dell'ufficio studi dellaCamera di commercio di Monza e Brianza su dati del registroimprese. L'italianissimo Rossi resta il cognome piu' diffuso e,subito dopo, vengono i cinesi Chen e Zhang: in particolare, idue cognomi cinesi riguardano, rispettivamente, 16 e 15neoimprenditori delle Marche. Esaminando i cognomi piu' diffusidi coloro che, quest'anno, si sono iscritti all'albo delleimprese, 7 tra i primi

(AGI) - Pesaro, 20 set. - Si chiamano Rossi, Chen e Zhang inuovi imprenditori che, nel 2015, hanno avviato una nuovaattivita' nelle Marche. Lo rendono noto Cna e ConfartigianatoMarche, sulla base di un'elaborazione dell'ufficio studi dellaCamera di commercio di Monza e Brianza su dati del registroimprese. L'italianissimo Rossi resta il cognome piu' diffuso e,subito dopo, vengono i cinesi Chen e Zhang: in particolare, idue cognomi cinesi riguardano, rispettivamente, 16 e 15neoimprenditori delle Marche. Esaminando i cognomi piu' diffusidi coloro che, quest'anno, si sono iscritti all'albo delleimprese, 7 tra i primi 10 sono di origine cinese e solo 3italiani: oltre ai Rossi ci sono, al quarto e quinto posto, 13Mancini e 12 Ferretti; il resto e' rappresentato da Hu eLin,(12), Li e Ye (11), Yang e Wang (10), fino ad arrivare agli8 imprenditori indiani chiamati Singh, al diciannovesimo posto.Secondo le due associazioni degli artigiani, la presenza dinuovi imprenditori stranieri, soprattutto cinesi, rappresenta"una nuova realta' con cui fare i conti, un patrimonio davalorizzare, assicurando a tutti i nuovi imprenditori stranieriun contesto territoriale favorevole in termini di burocrazia,di servizi e di infrastrutture efficienti, garantendo al tempostesso il rispetto delle regole da parte di tutti in materia dilavoro, anticontraffazione, fiscalita'". Nelle Marche, gli imprenditori stranieri sono 14.954, parial 9% del totale: in particolare, sono 3.975 operano nellaprovincia di Ancona, 3.736 a Pesaro-Urbino, 3.699 a Macerata,1.831 a Fermo e 1.713 ad Ascoli Piceno. Quella cinese e' lacomunita' piu' numerosa nel tessile abbigliamento e nelleattivita' manifatturiere in generale, mentre nelle costruzioniprevalgono gli imprenditori di origine rumena e nel commercio imarocchini. (AGI) .