Bimbo morto nel Trapanese: gip convalida fermo della madre

(AGI) - Trapani, 18 lug. - Il gip di Trapani Lucia Fontana haconvalidato il fermo di Aminta Altamirano Guerrero, latrentatreenne messicana accusata di aver ucciso con una dosemassiccia di psicofarmaci il figlio di 5 anni trovato mortolunedi' mattina nel suo letto in un appartamento di viaAmendola ad Alcamo (Trapani). La giovane madre resta dunque nelcarcere trapanese "San Giuliano" dov'e' reclusa da martedi'notte con l'accusa di omicidio volontario. Interrogata ieri dalgiudice, l'indagata ha negato ogni addebito, sostenendo che ilbambino avrebbe assunto da solo le medicine eludendo la suasorveglianza. Tuttavia, per gli

(AGI) - Trapani, 18 lug. - Il gip di Trapani Lucia Fontana haconvalidato il fermo di Aminta Altamirano Guerrero, latrentatreenne messicana accusata di aver ucciso con una dosemassiccia di psicofarmaci il figlio di 5 anni trovato mortolunedi' mattina nel suo letto in un appartamento di viaAmendola ad Alcamo (Trapani). La giovane madre resta dunque nelcarcere trapanese "San Giuliano" dov'e' reclusa da martedi'notte con l'accusa di omicidio volontario. Interrogata ieri dalgiudice, l'indagata ha negato ogni addebito, sostenendo che ilbambino avrebbe assunto da solo le medicine eludendo la suasorveglianza. Tuttavia, per gli inquirenti sarebbe stata lamadre ad avvelenare il piccolo come lascerebbe intendere ilrinvenimento di un biglietto d'addio scritto dalla stessa e diun flacone di antidepressivi, trovato vuoto e chiuso con tappodi sicurezza nel sacchetto dei rifiuti. Alcuni testimoni,sentiti dagli investigatori, avrebbero rivelato che fino allasera prima della tragedia, la trentatreenne avrebbe manifestatol'idea di uccidere il piccolo e di farla finita. Un "quadroindiziario forte" per il procuratore capo di Trapani MarcelloViola che coordina le indagini insieme al sostituto Sara Morri.(AGI)