Azimut: transazione con agenzia delle entrate per 117, 8mln

Milano, 29 novembre 2014 - In data odierna il Gruppo Azimut haperfezionato un accordo con l'Agenzia delle Entrate per ladefinizione di ogni controversia derivante dai processi verbalidi constatazione notificati fra il 2010 e il 2013. Sulla basedell'accordo, il Gruppo assume l'impegno al pagamento, tramaggiori imposte e sanzioni, di un importo complessivo pari acirca 105,9 milioni di euro (oltre agli interessi di legge percirca 11,9 milioni di euro), relativo ai periodi d'imposta dal2001 al 2013, principalmente determinate per effetto dellarivisitazione dei criteri utilizzati nella determinazione deiprezzi di trasferimento nei rapporti intercompany

Milano, 29 novembre 2014 - In data odierna il Gruppo Azimut haperfezionato un accordo con l'Agenzia delle Entrate per ladefinizione di ogni controversia derivante dai processi verbalidi constatazione notificati fra il 2010 e il 2013. Sulla basedell'accordo, il Gruppo assume l'impegno al pagamento, tramaggiori imposte e sanzioni, di un importo complessivo pari acirca 105,9 milioni di euro (oltre agli interessi di legge percirca 11,9 milioni di euro), relativo ai periodi d'imposta dal2001 al 2013, principalmente determinate per effetto dellarivisitazione dei criteri utilizzati nella determinazione deiprezzi di trasferimento nei rapporti intercompany tra lediverse societa' del Gruppo. A tal proposito si rileva comeAzimut avesse comunque gia' accantonato, relativamente allapresente controversia, circa 34,1 milioni di euro tra imposte eoneri, ed inoltre la presenza di perdite fiscali pregresselimitera' l'esborso finanziario complessivo a circa 91,8milioni di euro.Il Gruppo Azimut ribadisce che, nonostante visia il convincimento della correttezza del proprio operato, hacomunque ritenuto opportuno perseguire l'ipotesi di unadefinizione transattiva delle controversie al fine di evitareil protrarsi dell'attuale stato di incertezza ed inconsiderazione dell'orientamento, assai contrastato, dellagiurisprudenza in merito. La definizione stragiudiziale nonimplica peraltro riconoscimento alcuno delle contestazioniformalizzate dall'Amministrazione finanziaria nell'ambito deirilievi oggetto di definizione.Pietro Giuliani, Chairman e CEOdi Azimut Holding, commenta: "sono soddisfatto per laconclusiva definizione della vicenda che ci permette di usciredall'incertezza propria di ogni controversia. Desidero inoltreringraziare il team di specialisti dello Studio Tributario eSocietario del network Deloitte, coordinati dal dott. FabrizioCavalli, che ci ha assistito nel raggiungere questo risultatoimportante." .