Azimut avvia un processo di riorganizzazione rafforzando ulterio

Il CdA di Azimut Holding (societa' capogruppo) ha approvatol'avvio di un processo di riorganizzazione del Gruppo volto asemplificare e razionalizzare la struttura societariaallineandola alle best practices internazionali, cogliendo perprimo le nuove opportunita' normative offerte dalla piu'recente evoluzione comunitaria e nazionale. In particolare ilprogetto include la trasformazione delle imprese diinvestimento in SGR, e comprende i seguenti passaggiprincipali: 1) Scissione con incorporazione di AzimutConsulenza SIM in Azimut Capital Management SGR 2)Trasformazione di Augustum Opus SIM in SGR 3) Trasformazione diCGM Italia SIM in SGR La riorganizzazione in oggetto permetteal Gruppo

Il CdA di Azimut Holding (societa' capogruppo) ha approvatol'avvio di un processo di riorganizzazione del Gruppo volto asemplificare e razionalizzare la struttura societariaallineandola alle best practices internazionali, cogliendo perprimo le nuove opportunita' normative offerte dalla piu'recente evoluzione comunitaria e nazionale. In particolare ilprogetto include la trasformazione delle imprese diinvestimento in SGR, e comprende i seguenti passaggiprincipali: 1) Scissione con incorporazione di AzimutConsulenza SIM in Azimut Capital Management SGR 2)Trasformazione di Augustum Opus SIM in SGR 3) Trasformazione diCGM Italia SIM in SGR La riorganizzazione in oggetto permetteal Gruppo di rafforzare ulteriormente l'integrazione traproduzione e distribuzione, in coerenza con il modellooperativo avuto fin dalla quotazione, e di razionalizzare esemplificare gli assetti societari di Gruppo. L'operazione -che dovra' rispettare tutti i termini, condizioni e modalita'previste dalle vigenti disposizioni normative - verra'sottoposta, nel rispetto della normativa applicabile,all'approvazione dell'Autorita' di vigilanza, e potra' essereperfezionata solo successivamente al rilascio delleautorizzazioni previste. In seguito alla nuova configurazione ' che sara' operativa solo una volta autorizzata ' e che coglieanche le opportunita' della nuova normativa europea e nazionalein tema di FIA, UCITS e FICOD, non si applichera' piu' alGruppo Azimut la CRD IV, allineandolo agli altri playerinternazionali. Il patrimonio di vigilanza si calcolera' solosu base individuale a livello delle SGR e della compagnia diassicurazione, con conseguente liberazione di gran parte delpatrimonio, che sara' pienamente disponibile. Pietro Giuliani,Presidente e CEO del Gruppo, commenta: "La delibera del CdA,cogliendo l'opportunita' offerta dall'evoluzione del quadronormativo, formalizza in Azimut l'integrazione tra gestione edistribuzione mantenendo l'identita' delle diverse divisioni evalorizzando l'internazionalita' del brand. In realta' dasempre il nostro modello e' stato caratterizzatodall'integrazione tra gestori e Bankers/Promotori conconseguenti benefici per i clienti (da inizio anno laperformance media ponderata netta della massa gestita in Azimute' di oltre il 6% in meno di tre mesi). Al compimento delprocesso, successivo al rilascio dell'autorizzazione di cuisopra, il Gruppo avra' la piena disponibilita' della cassa, chead oggi e' superiore a 550 milioni di euro, e che potra' essereutilizzata per creare valore per gli azionisti tramiteacquisizioni, piani di buy-back e adeguati dividendi neiprossimi anni." .