Assenteismo: 85 indagati nel Casertano, 5 a Termini Imerese

(AGI) - Caserta, 19 giu. - Nuovi, gravi episodi di assenteismoquesta volta al Sued, nel Casertano e a Termini Imerese. Sono85, su un totale di circa 127, i dipendenti del Comune di Ortadi Atella, nel Casertano, indagati per truffa aggravata, falseprestazioni o certificazioni, ma solo per 24 il gip deltribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso una misura diobbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L'indaginedei carabinieri della locale stazione, con la collaborazionedella compagnia di Marcianise, e' nata dopo un controllo antiassenteismo ed e' durata alcuni mesi nel 2013, con osservazioni

(AGI) - Caserta, 19 giu. - Nuovi, gravi episodi di assenteismoquesta volta al Sued, nel Casertano e a Termini Imerese. Sono85, su un totale di circa 127, i dipendenti del Comune di Ortadi Atella, nel Casertano, indagati per truffa aggravata, falseprestazioni o certificazioni, ma solo per 24 il gip deltribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso una misura diobbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L'indaginedei carabinieri della locale stazione, con la collaborazionedella compagnia di Marcianise, e' nata dopo un controllo antiassenteismo ed e' durata alcuni mesi nel 2013, con osservazionima anche con l'uso di telecamere. E ha scoperto un sistema dividimazione 'collettiva' dei badge alla macchinetta segnatempo;in pratica, gruppetti organizzati di dipendenti, in 3 o 4, simettevano d'accordo e uno solo marcava i badge di tutti iningresso a turno, ed un altro, sempre a turno, in uscita.Durante l'orario lavorativo tutti, poi, erano del tuttoassenti , o presenti solo per brevi periodi. Stesso meccanismoa Termini Imerese, dove la polizia, in collaborazione con icarabinieri, ha denunciato cinque impiegati per assenteismo.Secondo quanto emerso, si coprivano tra loro attestandofalsamente la presenza in servizio. Uno di loro e' statotrovato in possesso di cinque "badge" dei colleghi, che avevatimbrato in loro vece. Le carte magnetiche sono statesequestrate. Gli indagati sono S.G., 55 anni, M.S., 53 anni, D.G., 65 anni, D.M. M., 58 anni, e D.I., 54 anni. (AGI)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it