Appalti Grandi Opere: Incalza resta in carcere

(AGI) - Roma, 24 mar. - Resta in carcere Ercole Incalza, l'exfunzionario del ministero delle Infrastrutture nella veste dicapostruttura di missione, arrestato 8 giorni fa nell'ambitodell'inchiesta sulle presunte irregolarita' che hannocaratterizzato gli appalti delle Grandi Opere. Lo ha deciso ilgip di Firenze, Antonio Pezzuto, respingendo la richiesta discarcerazione avanzata dagli avvocati Titta e Nicola Madia nelcorso dell'interrogatorio di garanzia. I difensori di Incalzastanno valutando l'ipotesi di un ricorso al tribunale delriesame. "Rispettiamo la decisione del giudice ma non lacondividiamo - ha spiegato l'avvocato Nicola Madia -. Riteniamoche non ci

(AGI) - Roma, 24 mar. - Resta in carcere Ercole Incalza, l'exfunzionario del ministero delle Infrastrutture nella veste dicapostruttura di missione, arrestato 8 giorni fa nell'ambitodell'inchiesta sulle presunte irregolarita' che hannocaratterizzato gli appalti delle Grandi Opere. Lo ha deciso ilgip di Firenze, Antonio Pezzuto, respingendo la richiesta discarcerazione avanzata dagli avvocati Titta e Nicola Madia nelcorso dell'interrogatorio di garanzia. I difensori di Incalzastanno valutando l'ipotesi di un ricorso al tribunale delriesame. "Rispettiamo la decisione del giudice ma non lacondividiamo - ha spiegato l'avvocato Nicola Madia -. Riteniamoche non ci fossero sin dall'inizio elementi che giustificasserol'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.Stiamo parlando di un'accusa di corruzione senza che ci siano isoldi. Inoltre, Incalza ha chiarito qualsiasi dubbio durantel'interrogatorio di garanzia al punto che non ci sono esigenzeeccezionali che possano tenere in carcere il nostro assistito,tenuto conto anche della sua eta'". (AGI).