Dopo la neve a Roma c'è un reale rischio di caduta alberi?

Il servizio Giardini sta effettuando un monitoraggio a tappeto. Questi i dati aggiornati

Dopo la neve a Roma c'è un reale rischio di caduta alberi?

Appena una spolverata: tanta è stata la neve caduta a Roma nella notte del 1 marzo. Proprio come annunciato da meteorologi, le nuove precipitazioni non hanno provocato disagi nella capitale dove, dopo la paralisi dello scorso lunedì dovuta all’abbondante nevicata, si temeva un’altra giornata di sofferenza con strade completamente bianche (e poi ghiacciate), trasporti in tilt e alberature a rischio. Da giorni, infatti, il Centro emergenza verde del servizio Giardini di Roma Capitale è al lavoro per la rimozione di rami e alberi caduti sotto il peso della neve dei giorni scorsi.

Quindici gli alberi caduti per la neve

In totale, fanno sapere dalla segreteria del dipartimento per la tutela ambientale del comune di Roma, “sono circa quindici gli alberi caduti e quaranta gli interventi attivati. Gran parte delle operazioni di rimozione riguardano rami spezzati”. Oltre al personale e ai mezzi del Centro Emergenza Verde divisi in 12 squadre e gli operatori di zona del Servizio Giardini, sono state attivate sei ditte incaricate del monitoraggio e la manutenzione degli alberi di alto fusto. Per il verde privato sono in azione i Vigili del Fuoco, intenti a rimuovere situazioni di pericolo.

82mila alberi da esaminare

Intanto prosegue l’operazione avviata nel luglio scorso per il monitoraggio di circa 82mila alberi ad alto fusto (di altezza superiore ai 20 metri). Finora sono 36.500 le piante valutate, monitorate e schedate. Di questi, 448, secondo la valutazione condotta dai tecnici e dagli agronomi, sono quelli per cui si è reso necessario l’abbattimento, ossia poco più dell’1% rispetto al totale delle piante analizzate.

Sono stati effettuati anche 586 interventi in emergenza e sono state potate circa 1.100 piante per la riduzione del rischio. “Prosegue, secondo la nostra pianificazione, questo importante lavoro a tutela dell’immenso patrimonio arboreo di Roma che ci consentirà di ridurre le cadute accidentali di rami o tronchi, e di mettere in sicurezza più di 82mila alberi della Capitale”, ha affermato Pinuccia Montanari, assessore alla Sostenibilità ambientale di Roma Capitale. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it