Aborto: Papa, obiezione coscienza e' diritto da riconoscere

(AGI) - CdV, 28 set. - "Se a una persona non si permette difare l'obiezione di coscienza, gli si nega un diritto". Lo haaffermato Papa Francesco nel volo di ritorno da Philadelphia,rispondendo a una domanda sulla visita - a Washington - allePiccole Sorelle dei Poveri, che si battono anche a livellogiudiziario contro la riforma sanitaria di Obama. Secondo ilPontefice, "in ogni struttura giudiziaria deve entrarel'obiezione di coscienza, perche' e' un diritto umano.Altrimenti, finiamo nella selezione dei diritti: questo e' undiritto di qualita', questo no". "Sosterrebbe anche ifunzionari governativi che per

(AGI) - CdV, 28 set. - "Se a una persona non si permette difare l'obiezione di coscienza, gli si nega un diritto". Lo haaffermato Papa Francesco nel volo di ritorno da Philadelphia,rispondendo a una domanda sulla visita - a Washington - allePiccole Sorelle dei Poveri, che si battono anche a livellogiudiziario contro la riforma sanitaria di Obama. Secondo ilPontefice, "in ogni struttura giudiziaria deve entrarel'obiezione di coscienza, perche' e' un diritto umano.Altrimenti, finiamo nella selezione dei diritti: questo e' undiritto di qualita', questo no". "Sosterrebbe anche ifunzionari governativi che per obiezione di coscienza nonportassero avanti le pratiche per i matrimoni gay?", e' statochiesto allora a Bergoglio che ha replicato: "non posso averein mente tutti i casi specifici, ma posso dire che l'obiezionedi coscienza e' un diritto. E' un diritto umano: un funzionariodi governo e' una persona umana e ha quel diritto". A propositodi obiezione di coscienza il Papa ha anche confidato: "Sempremi ha commosso quando da ragazzo ho letto parecchie volte laChanson de Roland, che descrive la scena dei maomettani in filadavanti al fonte battesimale o alla spada. Sappiamo chedovevano scegliere,non era loro permessa l'obiezione dicoscienza". .