'Ndrangheta: morto in ospedale carcere boss Mancuso

(AGI) - Vibo Valentia, 4 ott. - E' deceduto nell'ospedale delcarcere di Tolmezzo, in provincia di Udine, il boss della'ndrangheta Pantaleone Mancuso, 68 anni, detto 'Vetrinetta', diLimbadi, in provincia di Vibo Valentia, ritenuto uno degliesponenti apicali della 'ndrangheta. Il boss si trovavanell'ospedale del carcere dal 19 settembre. L'aggravarsi divarie patologie non hanno lasciato scampo a Mancuso. Il 29 settembre il gip distrettuale di Catanzaro, CarloFerraro, sulla scorta di una perizia medica del dott. Giulio DiMizio, aveva rigettato gli arresti domiciliari per Mancusochiesti dalla difesa. Di diverso avviso era stato invece il

(AGI) - Vibo Valentia, 4 ott. - E' deceduto nell'ospedale delcarcere di Tolmezzo, in provincia di Udine, il boss della'ndrangheta Pantaleone Mancuso, 68 anni, detto 'Vetrinetta', diLimbadi, in provincia di Vibo Valentia, ritenuto uno degliesponenti apicali della 'ndrangheta. Il boss si trovavanell'ospedale del carcere dal 19 settembre. L'aggravarsi divarie patologie non hanno lasciato scampo a Mancuso. Il 29 settembre il gip distrettuale di Catanzaro, CarloFerraro, sulla scorta di una perizia medica del dott. Giulio DiMizio, aveva rigettato gli arresti domiciliari per Mancusochiesti dalla difesa. Di diverso avviso era stato invece ilTribunale collegiale di Vibo Valentia (Barracco presidente, alatere giudici Papagno e Taricco) che qualche giorno prima,nell'ambito di un diverso procedimento penale, sulla scortadelle relazioni sanitarie del carcere di Tolmezzo avevaconcesso al boss gli arresti domiciliari, non eseguiti poi peril successivo provvedimento del gip. Alla scarcerazione si eraopposta il pm Marisa Manzini che aveva chiesto una periziamedica e sottolineato in udienza che Mancuso tra il 2011 e il2012 avrebbe mantenuto rapporti con un ministro di cultoautorizzato a prestare assistenza religiosa nel carcere diTolmezzo. Mancuso, per il quale la Dda di Catanzaro aveva purechiesto il carcere duro (41 bis), era coinvolto nelleoperazioni antimafia 'Black money', 'Minosse 2' e 'Purgatorio3'. (AGI).