"Chi Banda non Sbanda": combattere la mafia con la musica - Video e Foto

(AGI) - Roma - Il loro motto e' "Chi Banda nonSbanda...", stiamo parlando dei ragazzi dell'OrchestraGiovanile di Laureana di Borrello, 75  

"Chi Banda non Sbanda": combattere la mafia con la musica - Video e Foto

(AGI) - Roma, 3 ott. - Il loro motto e' "Chi Banda nonSbanda...", stiamo parlando dei ragazzi dell'OrchestraGiovanile di Laureana di Borrello, 75 ragazzi tra i 6 e i 20anni (appartenenti a famiglie di clan calabresicontrapposti)impegnati a combattere ogni tipo mafia. Da annigirano l'Italia e nei giorni scorsi si sono esibiti all'Expo' eal Conservatorio Verdi di Milano, ultima tappa di "girovagandoper l'Italia". La giovanissima formazione orchestrale, nata nel 2009, e'curata e diretta, fin dalla sua fondazione, dal Maestro Maurizio Manago', formatore, divulgatore e fondatore assieme adun gruppo di volenterosi sostenitori. L'intento prioritario e' sempre stato quello di far fare aigiovani un' esperienza di vita assieme quale strumentometodologico privilegiato per il loro percorso formativo enello stesso tempo un momento di crescita sociale, fondamentalenella societa' molto individualista di oggi. La tournee e' iniziata Venerdi' 25 settembre, con unconcerto nell'ambito della rassegna Musica ai Musei, promossadal Comitato Italiano della Musica, dove il gruppo e' statoprotagonista di una seguitissima esibizione all'interno deiMusei Vaticani. Il giorno successivo l'orchestra e' stata accolta, contutti gli onori, nella bellissima cittadina maremmana diCapalbio: il sindaco del posto e l'intera cittadina toscana,definita la piccola Atene, hanno accolto calorosamente igiovani musicisti, che hanno ricambiato con un applauditissimoconcerto tenuto nella suggestiva Chiesa di Borgo Carige. Successivamente il gruppo, giunto alla volta di Milano, harappresentato la propria Regione, all'Expo 2015, con unmeraviglioso concerto tenuto presso Padiglione Italia. In pochissimi minuti, la musica coinvolgente dei giovanicalabresi ha attirato migliaia di persone, trasformando PalazzoItalia in un piccolo stadio, gremitissimo di visitatori chehanno tributato all'orchestra autentiche ovazioni. Il clou e' stato martedi' 29 settembre: l'orchestra infattisi e' esibita al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano, unadelle piu' importanti istituzioni musicali italiane. Laprestigiosa Sala Verdi, palcoscenico di grandi solisti e dellepiu' blasonate compagini musicali internazionali, si e' apertaper ospitare un'altra bella pagina di musica e di storia diquesti giovani musicisti. (AGI).