Usa: si dimette capo Studios di Amazon sospeso per molestie

Dopo la stella del produttore cinemtografico da Oscar, Harvey Weinstein, è finito nella polvere anche il direttore degli Amazon Studios, Roy Price. Il dirigente è stato costretto a dimettersi dopo essere stato sospeso 5 giorni fa dalla società per una denuncia, peraltro vecchia, di molestie sessuali da parte della produttrice Isa Hackett della serie "The Man in the High Castle". Hacket aveva riferito che l'episodio era avvenuto nel 2015 e che lo aveva prontamente denunciato alla società di Jeff Bezos. Amazon all'epoca sostenne di aver preso seriamente la denuncia, ma non fece nulla. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it