Ue: dopo il voto Italia corregga i conti 2018 o si aprirà procedura

Ue: dopo il voto Italia corregga i conti 2018 o si aprirà procedura
 Afp
Valdis Dombrovskis vicepresidente della Commissione responsabile per l'Euro

La Commissione europea potrebbe aprire una procedura per deficit eccessivo contro l'Italia, se dopo le elezioni il governo non adotterà le misure necessarie a fare in modo che il bilancio 2018 rispetti il Patto di Stabilità e Crescita. E' quanto emerge dal dibattito che si è tenuto nel collegio dei commissari il 22 novembre scorso, il cui processo verbale è stato pubblicato il 19 gennaio. E' la prima volta che l'esecutivo comunitario menziona esplicitamente il rischio di procedura per deficit eccessivo per il nostro paese.  ​Durante il dibattito interno alla Commissione, il vicepresidente responsabile per l'Euro, Valdis Dombrovskis, ha spiegato che, se la situazione dei conti italiani per il 2018 “non migliora, la Commissione potrebbe adottare il prossimo maggio un rapporto ai sensi dell'articolo 126 paragrafo 3 del Trattato sul funzionamento dell'Ue e di conseguenza aprire una procedura per deficit eccessivo”. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it