Turchia: Legami con Gulen, altri 360 arresti

Altre 360 persone sono state arrestate in Turchia per i diversi filoni di inchiesta sul fallito golpe del 15 luglio 2016. La Procura generale di Istanbul ha ordinato questa mattina l'arresto di 333 militari e 27 imam occulti, vale a dire affiliati incaricati di fare proseliti a favore dell'organizzazione Feto, al cui vertice si ritiene vi sia Fetullah Gulen, imam e finanziere turco residente negli Usa, ritenuto la mente del tentativo di colpo di Stato. Ad oggi sono circa 50 mila le persone in carcere perché accusate di far parte della rete golpista e poco meno di 160 mila hanno invece perso il lavoro in seguito all'accusa di legami con l'organizzazione di Gulen. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it