Tangenti: condannato ex sindaco Lampedusa,"in cella da innocente"

Tangenti: condannato ex sindaco Lampedusa,"in cella da innocente"
 Agf
 Bernardino De Rubeis, ex sindaco di Lampedusa

"Vado in carcere da innocente". Così su Facebook l'ex sindaco di Lampedusa Bernardino De Rubeis, per il quale la Cassazione ha confermato la condanna a 6 anni e 9 mesi per induzione indebita a dare o promettere utilità. L'ex primo cittadino avrebbe preteso denaro da imprese in cambio di licenze edilizie per un complesso alberghiero o del pagamento di crediti vantati verso l'amministrazione. "Attendevo la notizia della condanna da parte della sesta sezione penale della Cassazione. Non poteva essere diversamente... attendevo questa triste notizia", scrive De Rubeis, che aggiunge: "Da innocente, sconterò la mia pena e ho deciso di scegliere la casa circondariale di Agrigento con tutte le sue problematiche, ma è il carcere che io conosco e nel quale nel lontano 2009 mi sono trovato bene e sono stato accolto per 30 giorni come un figlio sbandato e spaesato. Mi costituisco e mi metto a loro completa disposizione. Saluto le mie isole Lampedusa e Linosa, i suoi cittadini. Mia mamma anziana e la mia cara ed adorata moglie Lucia che ha sofferto e continua a soffrire con me. Vado a riposarmi e Dio mi ha dato dal primo momento la forza per sperare e credere in un futuro migliore che arriverà. Grazie anche ai giudici e inquirenti che hanno fatto il loro dovere giudicandomi. Nel mio profondo sono apposto con la mia coscienza".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it