Senegalese ucciso: il Comune di Firenze parte civile

Senegalese ucciso: il Comune di Firenze parte civile

Il Comune di Firenze si costituirà parte civile nel processo per l'omicidio del cittadino senegalese Idy Diene, 54 anni, ucciso lunedì mattina sul Ponte Vespucci da Roberto Pirrone, pensionato 65enne, che ha sparato sei colpi di pistola contro l'immigrato, regolare in Italia. Lo ha annunciato il sindaco Dario Nardella.
Il sindaco ha reso noto che l'amministrazione comunale sta pensando di organizzare una cerimonia funebre in ricordo di Diene in città, anche se il funerale si svolgerà in Senegal.
 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it