Scontri Liverpool: incriminati i due tifosi della Roma, cade accusa tentato omicidio

Scontri Liverpool: incriminati i due tifosi della Roma, cade accusa tentato omicidio

Sono stati incriminati in Gran Bretagna Filippo Lombardi e Daniele Sciusco, i due tifosi della Roma arrestati a Liverpool per gli scontri prima della gara di Champions League di martedì scorso, durante i quali è rimasto gravemente ferito il 53enne supporter della squadra inglese, Sean Cox. Lombardi, 20 anni, è accusato di aggressione e lesioni gravissime contro il tifoso del Liverpool, che ora è in coma, mentre a carico di Sciusco, 29 anni, ci sono le accuse più generiche di disordini violenti. E' quindi caduta l'accusa di tentato omicidio.I due tifosi romanisti compariranno davanti alla South Sefton Magistrates Court in giornata. Un terzo sostenitore italiano, Edoardo Ranalli, 28 anni è stato incriminato per lancio di oggetti sul terreno di gioco secondo quanto previsto dal Football Offences Act che permette alla polizia di arrestare e far processare per direttissima i tifosi anche solo per violenza verbale (linguaggio osceno e cori razzisti). 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it